Intervista con Roberto Ancillotti, allenatore della Toscana Atletica Empoli Nissan Brogi e Collitorti, specializzato in salti e velocità.

Roberto, cominciamo con l’anno appena concluso. Com’è andata?

Bene. Nel mio gruppo abbiamo portato a casa quattro titoli regionali, e diverse medaglie, merito soprattutto di Adama Niang, nel triplo categoria allievi, e Raffaele Donati, nella categoria Juniores. La stessa Adama Niang, insieme a Vittoria Serafini, al primo anno da allieva, e a Lidia Ancillotti, tra gli assoluti, hanno preso parte ai campionati italiani di società ad Orvieto, ottenendo degli ottimi risultati.

Per l’anno appena iniziato, quali sono le prospettive?

Sono fiducioso. Il gruppo si sta rimpinguando, e quest’anno conto 17 atleti, con alcuni innesti dalla categoria Cadetti, che potranno certamente dare delle belle soddisfazioni. Da altre atlete, poi, mi aspetto un importante salto di qualità. Tra gli assoluti, abbiamo poi un importante rientro: quello di Francesco Muller, uno dei migliori atleti regionali nei salti in estensione, che da quest’anno torna ad allenarsi a Empoli. Devo dire comunque, che a livello societario, grazie al grande lavoro soprattutto degli allenatori del settore promozionale, si sta creando un gruppo di giovani atleti davvero in gamba, che crescono sportivamente nella società, e conoscono lo sport fin da bambini.

I ragazzi e le ragazze che alleni hanno un’età complicata, con il passaggio delle scuole superiori all’università, o l’ingresso nel mondo del lavoro. Come trovi che questi ragazzi riescano a conciliare i loro impegni con lo sport?

E’ inevitabile, che la crescita porti i ragazzi e le ragazze a fare delle scelte, che non sempre contemplano lo sport. Tuttavia, posso dire che molti di quelli che decidono di smettere, spesso tornano sui loro passi. Riuscire a conciliare i propri impegni con lo sport, come riesce a fare la maggioranza dei ragazzi che alleno, è, a mio avviso, molto importante, perché lo sport dà grandi soddisfazioni, ma tutto passa attraverso il sacrificio. Si tratta di una palestra di vita davvero importante.

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*