Sport, movimento e salute a braccetto con cultura e conoscenza del territorio. E’ quello che si è verificato alcuni giorni fa a Cerreto Guidi, quando le classi quinte delle scuole primarie di Bassa, Stabbia, Lazzeretto e Cerreto Guidi hanno celebrato la fine del loro percorso scolastico attraverso un’avvincente gara di orienteering che si è sviluppata nel centro storico di Cerreto Guidi e all’interno delle sale della splendida Villa Medicea. Lo straordinario evento, organizzato dal Comitato UISP Empoli Valdelsa, si è collocato all’interno della VI edizione della “Move Week”, la settimana europea del movimento dedicata all’attività motoria e alla salute. La campagna di sensibilizzazione in favore degli stili di vita attivi, promossa da ISCA – International Sport and Culture Association e coordinata in Italia dalla UISP, sul nostro territorio si è realizzata attraverso un originale e innovativo connubio di sport, movimento e cultura. La gara di orienteering ha permesso ai giovani studenti delle scuole primarie di Cerreto Guidi di trascorrere un’indimenticabile mattinata all’insegna del movimento e della conoscenza del patrimonio storico-culturale locale. I ragazzi, divisi per classi e provvisti di mappa topografica, sono stati chiamati ad orientarsi all’interno del caratteristico borgo rinascimentale, esplorandone i luoghi più suggestivi e raggiungendo alcuni luoghi contrassegnati, dove hanno risposto ad alcune domande legate alla cultura e alla memoria storica di Cerreto Guidi. Ultima tappa del percorso: l’antica Villa Medicea, recentemente dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. All’ingresso della residenza, Isabella De’ Medici in persona ha accolto i ragazzi invitandoli a orientarsi all’interno delle sale della villa, diventate per l’occasione il suggestivo teatro della parte finale della gara. L’iniziativa, promossa dalla dinamica e creativa Area Giovani del Comitato UISP Empoli Valdelsa, ha visto la preziosa collaborazione dell’Associazione Onlus Amici della Villa Medicea di Cerreto Guidi ed è stata l’occasione per dimostrare che lo sport e il movimento, non solo producono salute e benessere, ma possono anche rappresentare un prezioso veicolo per approfondire la ricchezza del nostro patrimonio culturale.
Ufficio Stampa e Comunicazione UISP Empoli – Valdelsa

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*