Commenti a cura delle società

Classifiche da Firenzebasketblog.it

 

SERIE B GIRONE A 27^ giornata
ENIC Pino Dragons Firenze-Blukart San Miniato 54-67
Coelsanus Robur et Fides Varese-Vinavil Cipir Domodossola 57-62
Allmag PMS Moncalieri-La Sovrana Virtus Siena 62-59
USE Computer Gross Empoli-GR Services Cecina 79-45
Paffoni Omegna-Solbat Golfo Piombino 73-63
Gioiellerie Fabiani Montecatini Terme-Valentina`s Bottegone 61-65
Gessi Valsesia-LTC Sangiorgese 76-62
Mamy Oleggio-All Foods Fiorentina 78-71 d. 1 t.s.

 

USE «COMPUTER GROSS» 

Giannini 1, Mariotti 7, Sesoldi 15, Terrosi 20, Scali 8, Marusic 6, Ghizzani 14, Mascagni 8, Berni 4, Bei 22. All. Bassi (ass. Mazzoni/Finetti)

«GR SERVICE» CECINA

Danna 12, Spera 8, Mazzantini 7, Gigena, Salvadori, Turini 3, Lasagni 7, Biancani 3, Nwokoye 5, Quagli. All. Montemurro

Dopo quattro sconfitte consecutive l’Use Computer Gross era attesa ad una reazione e questa, puntualmente, c’è stata. A farne le spese Cecina che è stata letteralmente travolta sotto 34 punti e, soprattutto, dopo una gara dominata dai biancorossi dal primo all’ultimo minuto. Una prestazione, quella della squadra di Bassi, praticamente perfetta e figlia anche di un ottimo approcccio alla partita nella quale, oltre ai valori tecnici e fisici, è stata messa anche la determinazione di voler spezzare il periodo no, anche perchè, con sole tre partite ancora da giocare (due in trasferta e una in casa), d’ora in poi sarà davvero vietato sbagliare.

Apre le danze il solito, ottimo Bei che fa subito capire a Cecina che non sarà una serata facile. L’Use schizza subito a più 10, divario che mantiene anche alla prima sirena: 24-14. Piano piano il ritmo cresce ed il punteggio inizia ad assumere proporzioni importanti. Non a caso al riposo lungo siamo 48-22 e da quel momento in poi, complice anche il fatto che i biancorossi non calano mai di intensità, non c’è più partita col 66-32 del 30° minuto ed il 79-45 della sirena col tabellino che vede tutti e dieci gli empolesi a canestro e ben 4 in doppia cifra.

Ed ora, come detto, la volata finale per i playoff. Si inizia sabato prossimo ad Oleggio, poi ancora trasferta sul campo del Pino Firenze e gran finale in casa con Montecatini.

Pino Dragons Firenze – Blukart Etrusca San Miniato 54 – 67

Pino: Marotta, Filippi 2, Terenzi 6, Galmarini 7, Cometti ne, Passoni 11, Goretti, Rugolo 16, Magini 8, Di Giacomo 4. All. Salvetti Ass. Poggi e Sferruzza

Etrusca: Grassi 7, Giacomelli 11, Stefanelli 9, Zita 4, Bertolini 8, Benites 4, Giarelli 16, Gaye, Perin 6, Capozio 2. All. Barsotti Ass. Ierardi e Carlotti

Parziali: 21 – 14, 28 – 33, 40 – 45, 54 -67

La Blukart ottiene un’altra vittoria in trasferta, la quinta da inizio stagione, e vola a 32 punti in classifica e i playoff, che a inizio stagione sembravano un sogno, sono una solida realtà. La partita inizia in salita per i ragazzi di coach Barsotti, che nella prima parte della gara non riescono ad arginare il talento di Rugolo, top scorer per Firenze con 16 punti, e la forza sotto le plance di Galmarini; la squadra di Salvetti vola sul 21 a 14 dopo dieci minuti e ad inizio secondo quarto, sul 25 a 14, raggiunge il massimo vantaggio. Ma il secondo quarto vede la reazione veemente di Bertolini e compagni: Grassi è bravo a cambiare l’inerzia della gara, segnando 7 punti nel secondo quarto, con Giarelli monumentale in ogni frangente del gioco, top scorer della gara per l’Etrsuca con 16 punti. All’intervallo San Miniato ha invertito la tendenza della partita, volando sul +5. Al rientro degli spogliatoi la Blukart continua la sua corsa e con Giacomelli e Stefanelli riesce a volare anche sul +11, con Firenze incapace di ricucire, se non con sei tiri liberi consecutivi, che riportano i padroni di casa a -5 a dieci minuti dalla fine. Ma Zita e compagni hanno più energie fisiche e mentali e nell’ultima frazione, Bertolini guida la squadra fino al massimo vantaggio di 16 punti, che solo la bomba allo scadere di Magini può scalfire. L’Etrusca festeggia così la sedicesima vittoria stagionale, che danno 32 punti in classifica a tre giornate dal termine è ancora per un weekend si gode il terzo posto in classifica. “Un’altra prova di grande intensità da parte dei miei ragazzi, che dopo un primo quarto con qualche ingenuità di troppo, hanno prodotto trenta minuti di pallacanestro di grandissimo valore.” il commento a caldo di coach Barsotti a fine gara “Avevo spiegato loro che poteva essere la gara che ci regalava il sogno playoff e loro hanno risposto con una prova corale, nonostante la stanchezza dopo il tour de force con il turno infrasettimanale. Vorrei fare una menzione speciale per Andrea Zita: mercoledi durante la gara ha subito una frattura del setto nasale, ma dimostrando un cuore infinito, si è messo la mschera protettiva per tornare in campo e anche oggi non ha fatto mancare il suo contributo. Andrea è di sicuro un grande esempio di attaccamento alla maglia, non certo un valore che scopriamo oggi. Adesso dobbiamo ricaricare le pile con due giorni di riposo e poi riprendere a lavorare con grande entusiasmo, senza porsi limiti e vivendo di partita in partita, con l’obiettivo di giocare un basket maturo come quello di stasera. Con questo atteggiamento possiamo toglierci ancora tante soddisfazioni in una stagione esaltante, come quella che stiamo vivendo.”.

Classifica
40 Allmag PMS Moncalieri
36 Paffoni Omegna
32 Blukart San Miniato
30 USE Computer Gross Empoli
30 All Foods Fiorentina
30 Gioiellerie Fabiani Montecatini Terme
30 Gessi Valsesia
28 Valentina’s Bottegone
26 Solbat Golfo Piombino
24 Coelsanus Robur et Fides Varese
24 LTC Sangiorgese
24 La Sovrana Virtus Siena
22 GR Services Cecina
20 Mamy Oleggio
18 ENIC Pino Dragons Firenze
18 Vinavil-Cipir Domodossola

_

Risultati C Gold Toscana 28a giornata
Don Bosco Livorno – Lai Empoli 58-60
Endiasfalti Agliana – Pielle Livorno 70-60
Sibe Pall. 2000 Prato – Boldrini Selleria Folgore Fucecchio 77-68
Synergy Basket Valdarno – Lorex Sport Valdisieve 68-74
Cantini Lorano Olimpia Legnaia – Cmb Carrara 60-61
Libertas Montale – Virtus Certaldo 54-63
Bama Altopascio – Geonova Cmb Lucca 73-79
Abc La Falegnami Castelfiorentino – Liburnia Basket 67-64

DON BOSCO LIVORNO – LAI PALL.EMPOLI 68-70 (17-11 / 30-23 / 45-37)
Don Bosco Livorno: Creati 2, Mameli, Graziani 8, Maric 13, Soriani 3, Schiano 10, Bianchi 9, Thiam 1, Marchini 8, Zanini, Korusnov, Pastusena 4. All.Saibene
LAI Pall.Empoli: Mustacchio, Braico, Balducci, Fantoni 15, Mencherini N. 6, Mencherini L.7,  Verdiani 15, Meacci 15, Doveri 10, Gouadjio, Lapi, Alderighi 2. All.Paludi
Una LAI che non ti aspetti, vince in casa di una delle squadre piu’ attrezzate del campionato. Dopo aver lottato per i primi tre tempi di gioco senza mai mollare la presa, ha sfoderato un quarto periodo  micidiale, grazie ad una difesa molto concentrata e scatenando le bocche da fuoco che sono riuscite a mettere la freccia nei minuti finali, potando a casa una delle piu’ belle vittorie della stagione. Neanche il tempo di festeggiare che gia’ dopodomani al Palalorenzoni arriva Altopascio che all’andata ci rifilo’ una brutta sconfitta in casa propria. Se l’obiettivo principale di inizio stagione era la permanenza nella serie C Gold, adesso con quesi due punti prestigiosissimi abbiamo matematicamente raggiunto anche i playoff e da qui in avanti ce le giocheremo tutte consapevoli di poter mettere in difficolta’ chiunque.

 

ABC CASTELFIORENTINO – LIBURNIA LIVORNO  67-64

Parziali: 22-10; 12-22 (34-32); 13-16 (47-48); 20-16 (67-64)

Abc Castelfiorentino: Montagnani 10, Delli Carri 12, Corbinelli 13, Cantini ne, Tozzi 10, Sollazzi ne, Maestrini ne, Papi, Daly, Manetti 15, Taiti 7. All: Bagnoli. Ass: Betti, Lazzeretti.

Liburnia Livorno: Marchini 6, Congedo 4, Dell’Agnello 16, Ferretti, Mariani 7, Mangoni 3, Fiore ne, Armillei 16, Locci, Beltran 12, Portas-Vives ne. All: Bargigli.

Starting five Abc: Corbinelli, Montagnani, Manetti, Taiti, Delli Carri. Buona partenza della truppa gialloblu che prova a scappare già dopo cinque minuti di gioco con Manetti e Taiti (9-1). Beltran sigla il 15-8, ma Tozzi dalla lunetta mette la firma sulla doppia cifra di vantaggio al 9′ (19-8). La tripla di Corbinelli vale il 22-8, finchè Dell’Agnello dalla linea della carità chiude il parziale sul 22-10.
Il secondo quarto si apre con Tozzi per il 24-10, ma la Liburnia, innescata da quattro punti consecutivi di Congedo, trova un break di 2-10 che vale il -5 al 15′ (26-21). Taiti infila il +8 (30-22), Livorno torna a -3 (30-27) e in casa gialloblu ci pensano Manetti e Corbinelli a ristabilire il +6 (33-27), finchè il tapin di Dell’Agnello manda tutti al riposo lungo sul 34-32.
Al rientro dagli spogliatoi entrambe le formazioni fanno fatica a segnare tanto che il primo canestro arriva dopo 2’30” di gioco e porta la firma del solito Dell’Agnello che concretizza la rimonta labronica: 34-34. Marchini dalla lunetta sigla il primo vantaggio ospite (34-36) e Livorno prova a scappare con Mariani per il 38-42. Corbinelli dall’arco infila il nuovo +2 Abc (46-44) al 29′, ma Beltran chiude la frazione con i suoi avanti di uno (47-48).
Al via l’ultimo quarto con l’inerzia che sembra passare nelle mani della Liburnia: troppi errori in casa Abc e troppe forzature in fase offensiva, così gli ospiti ne approfittano con Marchini e Armillei che mettono la firma sul +8 al 34′ (49-57). Delli Carri finalmente rompe il digiuno gialloblu (51-57), seguito da Taiti e Manetti per il nuovo -2 Abc al 36′ (55-57). Quattro punti consecutivi dello stesso Manetti valgono il sorpasso gialloblu quando mancano gli ultimi due giri di lancette (59-58), seguito da Montagnani che dalla lunetta infila il 61-58 con gli ultimi 48” da giocare. Mariani tenta la tripla del pareggio ma la palla scheggia il ferro, Taiti si avventa sul rimbalzo subendo il fallo antisportivo di Armillei quando mancano 24”: dalla lunetta Montagnani fa 1/2, Taiti ribadisce, e l’Abc scappa a +5 (63-58). Lo stesso Armillei sale in lunetta per il 63-59, Marchini si impossessa del rimbalzo offensivo e dall’arco è ancora Armillei ad impattare con la tripla del nuovo -1 Liburnia (63-62) a 11” allo scadere. Nella lotteria del fallo sisteatico, però, l’Abc non perdona e sul 67-64 porta a casa due punti importantissimi che, a due giornate dal termine della regular season, potrebbero davvero rappresentare un pezzo di stagione.

CERTALDO

Nella ventottesima giornata del campionato di serie C Gold (ne restano soltanto 2 al termine della prima fase) la Virtus Lorenz C.M.S. Certaldo conquista la sua quinta vittoria nelle ultime 7 partite, espugnando il campo della Lib. Mis. Montale per 54-63 (6-21, 21-42, 40-50, 54-63). Partita equilibrata soltanto nei primi minuti (4-4 al 3°), poi la Virtus Certaldo prende in mano l’inerzia della gara, e grazie ad un parziale di 42-19, arriva addirittura a doppiare gli avversari nel corso del 3° quarto (23-46 al 24°) dando la sensazione di poter addirittura ribaltare il -17 subito in casa nella gara d’andata. Purtroppo negli ultimi 6 minuti del 3° quarto la Virtus Certaldo subisce una rimonta dei padroni di casa, incappando in uno di quei tanti black out che hanno caratterizzato questa stagione. Il parziale di 17-4 a favore di Montale in questo frangente fa si che il divario fra le 2 squadre scenda da 23 a 10 punti alla fine del 3° quarto (40-50 al 30°). Molto equilibrato e senza sorprese l’ultimo periodo di gioco. In quest’ultimi 10 minuti non saranno più in discussione né la vittoria della Virtus Certaldo, né il ribaltamento del -17 subito nella gara d’andata. Vittoria ampiamente meritata per la Virtus Certaldo, sempre avanti nel punteggio dal 3° minuto in poi, e costruita soprattutto grazie alla fase difensiva. Rimane un po’ di rammarico, perché si erano verificate le condizioni per vincere la gara con ampio margine, ribaltando così il -17 dell’andata, ma la Virtus Certaldo non è riuscita a sfruttare questa occasione. In attesa degli altri risultati la Virtus Certaldo ha compiuto un grosso passo in avanti verso la conquista della salvezza diretta, che dovrebbe essere raggiunta salvo clamorosi imprevisti. Rimane invece assai complicata la corsa verso l’ottavo posto, l’ultimo utile per i play-off, considerati gli scontri diretti sfavorevoli contro Montale. Per riuscirci la Virtus Certaldo dovrà innanzitutto vincere le prossime 2 partite, in casa contro Synergy Valdarno ed in trasferta contro Val di Sieve, e sperare in una sconfitta di Montale. Considerata molto probabile la vittoria di Montale in casa all’ultima giornata contro Carrara, la Virtus Certaldo deve sperare che Montale perda la prossima gara in trasferta contro Liburnia Livorno, in una gara che fra l’altro vedrà leggermente favoriti i padroni di casa. Prossima partita per la Virtus Certaldo, la penultima di questa prima fase, mercoledì 05/04 (ore 21.15) in casa contro Synergy Valdarno.

 Montale: Nesi 21, Tasselli 13, Giusti 6, Navicelli 5, Della Rosa 5, Magnini 4, Milani 0, Agostini 0, Rossi n.e., Gai n.e., Ngjela n.e., allenatore Tonfoni.

Certaldo: Pucci 22, Cataldo 10, Borgianni 8, Barbieri 6, Tognazzi 6, Spampani 4, Fimia 3, Moroni 3, Lazzeri 1, Calvani n.e., allenatore Baldini.

CLASSIFICA
42 Pielle Livorno
40 Don Bosco Livorno
38 Cmb Lucca
38 Castelfiorentino
34 Pall. Empoli
32 Libertas Liburnia
32 Agliana
28 Libertas Montale
28 Virtus Certaldo
28 Pall. 2000 Prato
26 Altopascio
26 Valdisieve
18Olimpia Legnaia
16 Synergy Valdarno
14 Cmb Carrara
8 Folgore Fucecchio

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*