RISULTATI OTTAVA GIORNATA

SERIE B

USE BASKET ED ETRUSCA BASKET

65 – 56

ETRUSCA SAN MINIATO

Grassi, Giacomelli 10, Stefanelli 10, Zita 10, Bertolini 12, Benites, Giarelli 8, Gaye 7, Perin 8, Capozio. All. Barsotti

USE COMPUTER GROSS

Giannini 7, Mariotti 9, Sesoldi 9, Terrosi 6, Scali ne, Marusic 4, Ghizzani 2, Mascagni 6, Berni 7, Bei 6. All. Bassi (ass. Mazzoni/Finetti)

Parziali: 12 – 13, 27 – 31, 52 – 43, 65 – 56

L’Use Computer Gross incassa la seconda sconfitta in pochi giorni. Dopo il ko nel recupero di Borgo Sesia, la squadra di Giovanni Bassi perde anche il derby di San Miniato, primo disputato in serie B fra le due squadre. Come mercoledì in Piemonte (allora i punti furono 58), anche stavolta la squadra manca soprattutto in attacco visto che segna appena 56 punti con nessuno che va in doppia cifra. La Computer Gross chiude con il 47% dal campo ed il 21% dalla lunga e, se contro una squadra che difende forte come San Miniato avere difficoltà in attacco può starci, è evidente comunque che questo è un aspetto sul quale è necessario lavorare e migliorare.

I biancorossi tengono testa ai samminiatesi nella prima metà di partita (12-13 e 27-31 all’intervallo) ma, al ritorno in campo, arriva la svolta che di fatto indirizza il match dalla parte dei padroni di casa. Il parziale è infatti di 25-12 ed a quel punto la frittata è fatta perchè l’Use non riesce più a recuperare e perde per 65-56. E sabato ancora derby, alle 21 alla Lazzeri arriva la Virtus Siena.

Blukart Etrusca San Miniato – USE Empoli 65 – 56

Etrusca: Grassi, Giacomelli 10, Stefanelli 10, Zita 10, Bertolini 12, Benites, Giarelli 8, Gaye 7, Perin 8, Capozio. All. Barsotti Ass. Ierardi e Carlotti

Use: Giannini 7, Mariotti 9, Sesoldi 9, Terrosi 6, Scalise ne, Marusic 4, Ghizzani 2, Mascagni 6, Berni 7, Bei 6. All. Bassi Ass. Mazzoni e Finetti

Parziali: 12 – 13, 27 – 31, 52 – 43, 65 – 56

Torna al successo la Blukart e lo fa davanti al suo pubblico, nel derby con USE Empoli, alla fine di una bella gara dal punto di vista agonistico, che ha visto Bertolini e compagni scappare nel terzo quarto, grazie ad un parziale importante che ha spostato gli equilibri della gara. L’inizio della gara è tutto sul filo dell’equilibrio, con gli ospiti che mantengono piccoli vantaggi grazie ai canestri allo scadere di Giannini e al peso sotto le plance di Bei; l’Etrusca risponde con un Bertolini subito in palla, che tiene in partita l’Etrusca, che chiude sul meno uno dopo dieci minuti. Nel secondo quarto USE riesce a prendere qualche punto di vantaggio, con i canestri di Sesoldi e Terrosi, ma all’intervallo Giacomelli sancisce un meno 4 che tiene apertissima la gara. Al rientro dagli spogliatoi la BLUKART cambia marcia, con un parziale di 25 a 12: Bertolini trova i canestri che cambiano l’inerzia della gara, Zita orchestra la squadra in ogni frangente e Stefanelli e Giarelli concretizzano con la giusta cattiveria la mole di gioco costruita dalla squadra. A dieci minuti dal termine i ragazzi di coach Barsotti volano sul +9 e per tutta l’ultima frazione riescono a mantenere sempre vantaggi di sicurezza, con USE che sbatte nella solidità difensiva di Perin è compagni. Dopo due sconfitte consecutive l’Etrusca torna al successo, con una gara di grande autorità e concretezza, che fa giustamente esultare il numeroso pubblico presente al Fontevivo. “Sono molto felice perché stasera i ragazzi hanno messo in campo una grande rabbia agonistica, che li ha portati a non scoraggiarsi nei momenti difficili e a prendere in mano la gara nella seconda metà.” le parole di un soddisfatto coach Barsotti a fine gara “Questo ci era mancato in altre gare, dove avevamo messo tanta voglia e buon atteggiamento, ma poca rabbia e ci aveva portato a commettere molte più disattenzioni di stasera. E’ stata una vittoria del gruppo, anche se stasera i nostri giocatori più esperti hanno indicato la strada ai più giovani, e devo dire che Bertolini è stato esemplare in questo. Dobbiamo continuare a lavorare così intensamente in settimana, l’avevo detto ai ragazzi di avere fiducia perché avevamo raccolto poco nelle ultime gare. Se riusciremo a tenere alta l’intensità e l’attenzione nel lavoro quotidiano avremo sicuramente altre soddisfazioni.”

RISULTATI

SERIE C

LAI PALLACANESTRO EMPOLI – CMBJ GEONOVA LUCCA 68-59 (18-15/27-40/52-50)
LAI Pall.Empoli:Lemmi 20, Balducci 5, Mencherini N. 14, Verdiani 11, Doveri 10, Braico, Fantoni 6, Mencherini L. 2, Barbetta, Alderighi, Gouadjio, Lapi. All.Angelucci
CMBL Geonova Lucca: Lombardi, Drocker 8, Russo, Del Debbio 6, Cecconi, Santini, Giovannetti, Pierini 9, Loni 11, Danesi 6, Puccinelli 2, De Falco 4, Benini 13. All. Piazza
Certo stasera chi non è venuto al Palalorenzoni si è sicuramente perso uno spettacolo sportivo eccellente, con i nostri ragazzi che affrontavano la corazzata Lucca, venuta ad Empoli con i favori del pronostico, nonostante avesse alla palla a due iniziale, gli stessi punti nostri in testa alla classifica. Prima frazione con un sostanziale equilibrio con Lemmi che nel finale piazza due canestri da due che ci valgono il piu’ tre alla sirena. Seconda frazione e Lucca con Drocker piazza due triple che fanno prendere il largo ai biancorossi, capaci di sfruttare alcune nostre amnesie difensive, servendoci un 25-9 come parziale del secondo tempino. Andiamo all’intervallo lungo sotto di 13, sebbene fossimo stati anche sotto di 15. Qualcuno dalla tribuna ospiti avra’ pensato che i biancoblu’ avessero gia’ mollato….nulla di piu’ sbagliato. Al rientro in campo Empoli è trasformata è con un’aggressivita’ inaudita inizia una cavalcata (dopo aver toccato i meno 17) che rimarra’ nella storia. I nostri incominciano a segnare a ripetizione ed ha difendere con ferocia e punto su punto restituiscono a Lucca il 25-9 del secondo quarto, portandosi ai dieci dal termine sopra di tre!! L’ultima frazione vede Lucca provare la minirimonta che con Danesi va anche a meno uno, poi Lemmi show con 9 punti nella frazione e ciliegina finale di Fantoni per una vittoria che vale oro. Al termine qualche tensione tra le due compagini, vista anche la posta in palio, subito sedata dalla sportivita’ degli atleti di entrambe le squadre.

PALL. 2000 PRATO – ABC CASTELFIORENTINO   62-75

Parziali: 11-20; 21-21 (32-41); 10-22 (42-63); 20-12 (62-75)

Pall. 2000 Prato: Pinzani 3, Biscardi, Camerini 8, Staino 13, Corsi 6, Vannoni, Evotti 11, Mariotti 7, Smecca 5, Sangermano ne, Parenti 2, Meucci 7. All: Pinelli. Ass: Fusi.

Abc Castelfiorentino: Montagnani 24, Delli Carri 8, Lazzeri, Meoni, Tozzi 2, Papi 6, Daly 2, Manetti ne, Corbinelli 20, Taiti 13. All: Bagnoli. Ass: Betti, Lazzeretti.

Sesta vittoria consecutiva, settima stagionale, e anche Prato è costretta alla resa.
L’Abc Castelfiorentino di coach Daniele Bagnoli espugna la Toscanini con un eloquente 62-75 mantenendo così il comando della classifica. Un’altra vittoria di cuore e carattere per i gialloblu, costretti oltretutto a fare a meno di due quinti del quintetto: Samuele Manetti, sceso in panchina solo per onor di firma a causa di un fastidio al piede e, assenza ancor più grave, Emanuele Belli, che a causa di un brutto infortunio alla spalla sarà out addirittura per qualche mese. Una tegola che pesa, e non poco. A Ema vanno dunque i nostri auguri per un recupero quanto più veloce possibile, in attesa di rivederlo in campo quanto prima.
Una Abc che dunque, pur in organico ridotto, a Prato bissa la vittoria giunta al Palaroosevelt negli ottavi di Coppa Toscana riuscendo a tenere a bada un roster lungo e di grande esperienza. Una Abc che, guidata dal duo Montagnani-Corbinelli (24 e 20 rispettivamente realizzati) e dall’asse di lunghi Taiti-Delli Carri nel pitturato, riesce ad amministrare la gara per tutti i quaranta minuti, dando vita ad una prova bella e convincente che ha immediatamente cancellato il ricordo dell’Abc sottotono, seppur vittoriosa, vista la settimana scorsa contro Legnaia.

Bagnoli parte schierando Corbinelli, Daly, Papi, Taiti e Delli Carri. L’equilibrio dura giusto il tempo dei primi quattro minuti (7-7), dopdodichè l’Abc inizia subito ad allungare affondando un break di 0-8 (7-15) seguito da cinque punti consecutivi di capitan Montagnani che valgono la doppia cifra di vantaggio già all’8′ (8-20).E’ Meucci dall’arco a ricucire in parte lo strappo per i locali e la frazione si chiude sul +9 gialloblu (11-20).
Nel secondo quarto la truppa castellana continua a macinare punti su punti e Taiti infila il +15 al 16′ (18-33). L’acuto dei padroni di casa vale un parziale di 9-0 per il 27-33 firmato dall’ex Camerini, ma ci pensano Taiti e Corbinelli a ristabilire il +10 Abc (29-39), finchè Evotti dall’arco manda tutti al riposo sul 32-41.
Il rientro dagli spogliatoi diviene il momento topico del match. In campo sembra essere tornata soltanto l’Abc: un break di 0-15 fa infatti volare i gialloblu a +24 (32-56 al 25′), fino a toccare il +25 (38-63 al 29′). Smecca e Pinzani cercano di raddrizzare un parziale da incubo per i padroni di casa, ma la frazione si chiude sul 42-63.
Al via l’ultimo quarto con il match che regala ormai ben poche sorprese: l’Abc deve soltanto gestire il cospicuo vantaggio accumulato, Prato rosicchia qualche punto ma niente che possa impensierire i gialloblu. Suona la sirena: 62-75. L’Abc di Bagnoli ingrana la sesta e continua a difendere a spada tratta la vetta.

CERTALDO

Procede a corrente alternata la Virtus Lorenz C.M.S. Certaldo nel campionato di serie C Gold. Dopo la netta vittoria interna della scorsa settimana contro Folgore Fucecchio, la Virtus Certaldo subisce una nuova battuta d’arresto, perdendo sul campo neutro di Montale contro Pallacanestro Agliana per 77-70 (20-22, 39-37, 59-54, 77-70). Dopo un buon avvio dei locali (6-2 al 2°) la Virtus Certaldo reagisce bene, portandosi avanti nel proseguo del 1° quarto (11-19 al 7°). Il finale del periodo però è appannaggio di Agliana, che riduce assai lo svantaggio (20-22 al 10°). La gara prosegue in equilibrio, con la Virtus Certaldo avanti di poco. Nella parte finale del 2° quarto il locali rimettono il capo avanti (37-36 al 19°). Ancora equilibrio per alcuni minuti. Nella fase iniziale del 3° quarto si registra l’ultimo vantaggio della Virtus Certaldo (44-47 al 23°), poi un improvviso periodo di black out, come già era successo 2 volte nella precedente trasferta di Livorno (11-0 il parziale a favore di Agliana) consente ai locali di scappare via nel punteggio (55-47 al 26°). Da lì in poi la Pallacanestro Agliana prende in mano la partita, riuscendo prima a controbattere i tentativi di rimonta della Virtus Certaldo (58-54 al 29°), poi ad allungare ulteriormente, portandosi a distanza di sicurezza nelle battute finali (76-61 al 38°). Negli ultimi 2 minuti un parziale di 9-1 consente alla Virtus Certaldo soltanto di dimezzare il distacco, ma non di evitare la sconfitta. La Virtus Certaldo, oggi priva di Borgianni, non riesce, almeno per ora, ad avere continuità di risultati. Un po’ per sfortuna, un po’ a causa degli infortuni, qualche volta per demerito proprio, la squadra fino ad ora ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato, anche a causa delle 3 sconfitte subite proprio allo scadere. Un dato piuttosto curioso della gara odierna riguarda le % al tiro. Seppur di poco la Virtus Certaldo ha avuto migliori % sia da 1, sia da 2, sia da 3. Ma ha finito col perdere la partita perché Agliana ha tirato 18 volte di più. Questo perché Agliana ha prevalso leggermente a rimbalzo, nel rapporto palle perse / palle recuperate, e nel rapporto falli fatti / falli subiti. Si attende ora una bella reazione da parte della Virtus Certaldo nella prossima partita, in programma sabato 26/11 (ore 21.15) in casa contro Don Bosco Livorno.

Questi i tabelilni della gara odierna. Agliana: Nieri 18, Pinna 17, Bogani 10, De Leonardo 7, Puccioni 7, Bargiacchi 6, Zaccariello 5, Belotti 4, Cavicchi 3, Limberti 0, Cavazzoni n.e., Razzoli n.e., allenatore Bertini. Certaldo: Pucci 25, Cataldo 12, Moroni 10, Lazzeri 10, Tognazzi 8, Fimia 3, Granchi 2, Spampani 0, Calvani 0, Basili n.e., allenatore Baldini.

 

RISULTATI

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*