RISULTATI BASKET – PRIMA GIORNATA

SERIE B

FIORENTINA BASKET 56
Lorbis 2, Motta 7, Mazzuchelli 9, Bloise, Costi, Bevilacqua, Longobardi 18, De Leone 2, Poltronieri 17, Rosignoli 1. All. Cadeo

USE COMPUTER GROSS 58
Giannini 7, Mariotti 5, Sesoldi 7, Terrosi 12, Marusic 6, Ghizzani 4, Mascagni 8, Berni, Raffaelli ne, Bei 9. All. Bassi (ass. Mazzoni/Finetti)

Parziali: 12-19, 22-36 (10-17), 32-54 (10-18), 56-58 (24-4)

Come diceva il famoso cartone animato degli anni ’80, tutto è bene quel che finisce bene ma c’è mancato un soffio che l’Use Computer Gross desse il classico calcio al secchio del latte. Dopo aver giocato una buona gara per 30 minuti, infatti, la squadra di coach Bassi va in tilt e riesce a portare a casa la vittoria nel derby fiorentino di inizio campionato per appena due punti, senza farsi nemmeno mancare l’apnea sulla bomba di Bloise a una manciata di secondi dalla sirena che avrebbe significato sconfitta. Lassù, però, qualcuno ha evidentemente la maglia biancorossa, la palla gira sul ferro ed i punti prendono la Fi-Pi-Li ed arrivano dritti dritti alla Lazzeri. Bene chiarire subito che, al di là della forma, la sostanza non fa una grinza visto che i biancorossi giocano bene per 30 minuti in una partita che è sempre insidiosa come la prima di campionato, quando non sai mai cosa possa accadere dopo la palla a due e quando i valori rischiano comunque di annacquarsi un po’. Come sensazione generale di partita è quella di una squadra che si conosce bene, l’Use Computer Gross, contro una tutta da fare, la Fiorentina di coach Cadeo, e quindi non c’è da meravigliarsi se per tre tempini la gara è un monologo o poco più. E c’è di che sorridere anche a livello di singoli o, per meglio dire, di un singolo. Dopo il grave infortunio del 6 febbraio torna infatti in una gara ufficiale Gianni Terrosi. E che ritorno! L’esterno colligiano gioca una gran partita, chiude come top-scorer e dimostra, se mai ce n’era bisogno, di aver lavorato bene durante il periodo di rieducazione assieme allo staff sanitario biancorosso a cui vanno analoghi complimenti. Terrosi è tornato. E’ anche divertente vedere l’Use di San Marcellino che, sul 10-17, costringe subito Cadeo al time-out. Bei spadroneggia sotto le plance, anche perchè la palla gira bene fra le dieci mani biancorosse e spesso arriva al pivot perugino. Firenze si aggrappa alla bravura di Poltronieri ma, dopo il 12-19 della prima frazione, piano piano sprofonda sotto i colpi dell’ex Marusic e di Mascagni. Al riposo lungo si va sul 32-54 e la gara pare la stessa anche al ritorno in campo visto che riparte con due azioni nelle quali Firenze non riesce a tirare nei 24 secondi con in mezzo un canestro di Giannini. Motta mette la prima bomba gigliata della sera e, quando Poltronieri sbaglia un facile appoggio da sotto facendo poi il classico fallo di frustrazione, par di vedere la spugna gettata sul ring. Al 30′ siamo 32-54, ma la gara biancorossa finisce. il match si scalda un po’ come è inevitabile che sia ed ecco che riaffiorano subito congeniti difetti. Invece di continuare a giocare senza pensare ad altro, l’Use si innervosisce e inizia a scavarsi la fossa alla quale, per sua fortuna, mancherà solo la palata di terra finale. Poltronieri mette tre bombe a fila e la partita si riapre. Gli ultimi quattro possessi offensivi biancorossi sono da incubo, con la palla che resta sempre ferma senza girare e, di conseguenza, canestri che non arrivano. Per fortuna la Computer Gross tiene comunque botta in difesa anche se, sul 56-58, la palla è in mano a Firenze. La bomba della clamorosa rimonta la prende Bloise ma la sbaglia e così il 24-4 di parziale finale (un solo canestro dal campo) viene digerito dal 56-58 che sancisce la vittoria che, come capita in ogni derby, ha un sapore ancora più dolce.

Marco Mainardi

È SUBITO CARATTERE BLUKART: ALLA PRIMA PIOMBINO SI ARRENDE AL FONTEVIVO

Blukart Etrusca San Miniato – Basket Golfo Piombino 81 – 73

Etrusca: Grassi 5, Giacomelli 13, Stefanelli 10, Zita 11, Bertolini 16, Benites, Giarelli 8, Gaye 16, Perin, Capozio 2. All. Barsotti Ass. Ierardi e Carlotti

Piombino: Pedroni 2, Iardella 11, Guerrieri 5, Romano 20, Jovancic ne, Franceschini 11, Bianchi 9, Malfatti 4, Padovano ne, Bonfiglio 11. All. Padovano Ass. Del Re e Cecchetti

Parziali 23 – 29, 43 – 33, 56 – 54, 81 – 73

La Blukart rompe subito gli indugi e si aggiudica una prima di campionato combattuta, con le due squadre che hanno dato vita ad una gara dai ritmi alti, con molti errori di ambo le parti, ma divertente, per il numeroso pubblico presente al Fontevivo. Nella prima frazione di gioco l’inizio degli ospiti è scoppiettante, con una prova offensiva pressoché perfetta, e i ragazzi di coach Barsotti commettono alcuni errori difensivi inediti, che aprono un piccolo divario per Bonfiglio e compagni, fino al +6 dopo i primi dieci minuti. Il secondo quarta la Blukart cambia registro: con un parziale terrificante di 20 a 4 cambia la musica alla gara, grazie alle prove solide in fase offensiva di Zita, Grassi e Stefanelli e la solidità difensiva di Giacomelli, Gaye e Capozio. Il +10 all’intervallo è un vantaggio importante, e la bomba di Giacomelli al rientro porta la squadra al massimo vantaggio sul +13; Romano e compagni però sanno reagire alle difficoltà e ricominciano a macinare un gioco solido e concreto, fino a ricucire al meno 2 a dieci dal termine. L’ultimo quarto è sempre equilibrato con Piombino che riesce più volte a impattare, senza mai prendere vantaggio. Le fasi risolutive della gara vedono i canestri fondamentali di Bertolini, top scorer dell’Etrusca con 16 punti, e in doppia cifra con altri quattro compagni, e Gaye, che inchioda al canestro una schiacciata in contropiede che fa esultare il Fontevivo, per i primi due punti stagionali, che ripagano una Blukart volitiva, che mostra fin dalla prima gara il carattere che siamo soliti vedere nelle ultime stagioni. “E’ la giusta soddisfazione per questi ragazzi che in questo mese e mezzo hanno lavorato duramente.” le prime parole della stagione a fine gara di coach Barsotti “Stasera abbiamo commesso tantissimi errori di gioventù, ma abbiamo avuto una grande presenza mentale per tutti e quaranta i minuti, reagendo con un secondo quarto davvero efficace in difesa, ad un inizio molto più distratto. I nostri giocatori più esperti hanno dato sicurezza a tutti i compagni più giovani, tutti hanno dato un apporto importante e la freschezza per le maggiori rotazioni è stata decisiva nel finale”.

FONTE: ETRUSCA

RISULTATI E CLASSIFICA

C’GOLD

L’Abc batte la Pallacanestro Empoli 80-79 nel primo derby stagionale.

A nove mesi esatti da quel 3 gennaio che, proprio al Palaroosevelt, vide la Pallacanestro Empoli festeggiare la vittoria della Coppa Toscana ai danni dell’Abc Castelfiorentino, i ragazzi di Daniele Bagnoli si sono presi l’agognato riscatto conquistando il primo derby stagionale, che ha coinciso con la prima giornata del campionato di C Gold.
80-79 il risultato finale, che racconta di una partita decisa soltanto sul suono della sirena. Un inizio di campionato indubbiamente non adatto ai deboli di cuore, ma che ha rispettato le aspettative di ogni derby degno di tal nome.
Se è vero che l’Abc, tranne un momento a cavallo del primo e secondo quarto, ha sempre condotto, è vero anche che la Pallacanestro non ha mai mollato riaprendo completamente il match sul finale. Poi hanno deciso gli episodi: Papi ha infilato i due punti della vittoria, e l’ex Verdiani sulla sirena non è riuscito a replicare.
In ogni caso si trattava di una gara che era assolutamente doveroso portare a casa, e così è stato.

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio: in casa gialloblu il giovane Tozzi, entrato in quintetto, dà subito l’impressione di essere in formissima e lo dimostrarerà, top scorer dei castellani con 17 punti realizzati insieme ai 16 di Belli e Manetti. Tra le fila empolesi è invece il neo acquisto Doveri a prendere per mano i suoi mettendo a segno ben 11 punti nei primi dieci minuti (alla fine saranno 21). Il primo intervallo segna il +3 per gli ospiti (20-23).
Nella seconda frazione l’Abc stringe le maglie difensive e prova a scappare, trovando canestri pesanti dalle mani calde di Papi e Manetti; Empoli fatica a trovare la via del canestro, ne emerge un break di 26-17 che manda l’Abc al riposo lungo avanti di 6 (46-40).
Al rientro dagli spogliatoi è la volta del Tozzi-show: il lungo classe ’99 mette a segno sette punti consecutivi, mostrando una mano caldissima sia dall’arco che nel pitturato. L’Abc mantiene alta l’intensità e con essa il comando delle operazioni e al 30′ il divario tocca la doppia cifra di vantaggio (67-57).
Ma la gara è tutt’altro che chiusa: i ragazzi dell’ex Angelucci non ci stanno e danno il via alla rimonta che si concretizza negli ultimi due minuti. La Pallacanestro passa al comando e sembra avere ormai in mano l’inerzia del match. Doveri dalla lunetta fa 2/2 per il 78-79, ma Alessandro Papi non ci sta: siamo alla scadere e la palla pesa un macigno, ma “Papo” la infila per il nuovo sorpasso gialloblu, 80-79. Ultimi secondi e possesso empolese: Doveri tenta il tiro della vvittoria ma scheggia il ferro, Verdiani cattura il rimbalzo offensivo e ritenta, ma non ha più fortuna del compagno. Suona la sirena: 80-79. Il derby, stavolta, si tinge di gialloblu.

ABC CASTELFIORENTINO – PALLACANESTRO EMPOLI  80-79

Parziali: 20-23, 26-17 ( 46-40), 21-17 (67-57), 13-22 (80-79)

Abc Castelfiorentino: Tozzi 17, Belli 16, Delli Carri 10, Manetti 16, Papi 9, Montagnani 5, Corbinelli 2, Taiti 2, Daly 3, Cantini ne. All: Bagnoli. Ass: Betti, Lazzeretti.

Pallacanestro Empoli: Doveri 21, Alderighi 9, Fantoni 8, Mencherini L. 1, Verdiani 9, Balducci 4, Mencherini N. 13, Gouadjio 2, Lemmi 12, Braico ne, Barbetta ne, Lapi ne. All: Angelucci. Ass. Mostardi.

Arbitri: Solfanelli di Livorno, Panelli di Montecatini.

RISULTATI E CLASSIFICA

FONTE: ABC

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*