SERIE C GOLD TOSCANA 23a giornata

Lorex Sport Valdisieve – Don Bosco Livorno 70 – 59
Cmb Lucca – Lai Empoli 80-64
La Falegnami Castelfiorentino – Sibe Prato 61-74
Virtus Certaldo – Endiasfalti Agliana 67-60
Synergy Valdarno – Bama Altopascio 50-61
Montale – Cantino Lorano Olimpia Legnaia 74 – 67
Liburnia Livorno – Folgore Fucecchio 83 – 78
CMB Carrara – Pielle Livorno 66 – 82

J LUCCA – LAI PALL.EMPOLI 80-64 (23-15 / 37-31 / 57-52)
CMBJ Lucca:Danesi 13, Del Debbio 22, De Falco, Benini 9, Loni 18, Lombardi, Drocker 12, Russo, Puccinelli, Cecconi, Pierini 6, Santini. All. Piazza
LAI Pall.Empoli: Fantoni 17, Mencherini N. 14, Mencherini L.7, Doveri 8, Verdiani 11, Braico, Balducci 2, Alderighi, Gouadjio, Lapi, Mustacchio, Meacci 5. All.Angelucci
Metti un sabato piovoso a Lucca, un 10-0 iniziale, una quarta frazione dove ne prendi 23 e ne metti solo 12 et voila’, la frittata è fatta. In realta’ la squadra ha funzionato dopo il 10-0 iniziale, giocandosela alla pari con i lucchesi fino alle prime battute dell’ultimo quarto, dove i nostri ragazzi sono arrivati anche al meno due, poi la squadra si è persa con una miriade di errori, anche banali, infrazioni di passi a gogo (ne abbiamo contate almeno 10 in tutta la partita) e Lucca che pianin pianino, mattone su mattone ha costruito la sua fuga lasciandoci indietro di 16 alla sirena finale. Dei nuovi arrivati ha messo piede in campo solo Meacci con una prova d’impegno e comunque da rivedere, mentre il nuovo Capitano Verdiani, maltrattato parecchio nelle sue penestrazioni è riuscito comunque ad andare in doppia cifra nei punti a referto oltre a dare un buon contributo in termini di rimbalzi. Buona anche la vena realizzativa di Nicco Mencherini con un 6/7 al tiro ed il solito grande sacrificio in fase difensiva. In sostanza la partenza handicap ha influito parecchio sull’andamento della gara, poiche’ lo sforzo profuso per il recupero durante tutto il resto del match, ci ha annebbiato le idee nel momento in cui avevamo maggior bisogno di usare la testa.

ABC CASTELFIORENTINO – PALLACANESTRO 2000 PRATO   61-74

Parziali: 19-18; 17-8 (36-26); 12-26 (48-52); 13-22 (61-74)

Abc Castelfiorentino: Montagnani 12, Delli Carri 9, Sollazzi ne, Lazzeri ne, Cantini 2, Tozzi 16, Maestrini, Papi ne, Daly 6, Manetti 9, Corbineli 7, Taiti ne. All: Bagnoli. Ass: Betti, Lazzeretti.

Pallacanestro 2000 Prato: Pinzani, Biscardi, camerini, Staino ne, Corsi 23, Vannoni 10, Evotti 15, Mariotti, Smecca 15, Sangermano, Parenti ne, Meucci 11. All: pinelli.

Dopo i primissimi minuti punto a punto l’Abc prova ad allungare al 6′ con Corbinelli (13-8), ma il 2+1 di Corsi vale il -2 Prato. Corbinelli e Manetti, servito in maniera esemplare da Montagnani, infilano il +7 gialloblu (18-11), ma sponda ospite ci pensa Evotti con cinque punti in rapida successione a chiudere la frazione sul 19-18.
Nel secondo quarto i due classe ’99 Cantini e Tozzi trovano il +8 Abc (28-20), ma la risposta di Prato arriva con il solito Evotti (28-23 al 17′). E’ però la truppa castellana ad avere in mano l’inerzia e, guidata dal duo Tozzi-Delli Carri in fase offenisva e da una difesa che permette pochissimo a Prato, prova a scappare toccando il +10 su cui si va al riposo lungo (36-26).
Al rientro, però, la gara cambia volto e Prato prende in mano il comando delle operazioni. L’Abc forza in attacco, ma soprattutto permette agli ospiti di affondare un break di 4-15 che al 35′ vale il sorpasso fimrato Corsi (40-41). Montagnani e Delli Carri rompono il digiuno gialloblu (44-41), ma Meucci riporta i suoi a +2 (44-46). Manetti infila la parità al 28′ (48-48), ma Prato dalla lunetta chiude la frazione sul +4 (48-52).
Al via gli ultimi dieci minuti in cui, di fatto, sono gli uomini di Pinelli a mantenere l’inerzia in proprio favore. Il botta e risposta dall’arco tra Vannoni e Manetti vale il +8 ospite (53-61), e la doppia tripla del giovanissimo Daly tiene aperte le speranze gialloblu (61-65 con 3’30” da giocare). Smecca e Vannoni, però, fanno calare i titoli di coda infilando cinque punti consecutivi che valgono il +9 quando manca 1’10” alla sirena (61-70). L’Abc tenta il tutto per tutto, ma la palla non vuol saperne di entrare. Così è Meucci a chiuderla sul 61-74.

CERTALDO

Virtus Certaldo: Pucci 11, Tognazzi 11, Cataldo 10, Spampani 10, Borgianni 9, Fimia 6, Moroni 5, Lazzeri 5, Calvani n.e., Barbieri n.e., allenatore Baldini.

Pallacanestro Agliana: Bargiacchi 18, Cavicchi 9, Belotti 7, Pinna 6, Nieri 5, Puccioni 5, De Leonardo 4, Bogani 4, Arceni 2, Cavazzoni 0, allenatore Bertini.

Soffre ma vince la Virtus Lorenz C.M.S. Certaldo nel campionato di serie C Gold. Dopo la netta affermazione in trasferta della scorsa settimana a Fucecchio, la Virtus Certaldo è riuscita a conquistare la sua seconda vittoria consecutiva, battendo in casa Pallacanestro Agliana per 67-60 (17-11, 36-34, 55-52, 67-60). Non ha però ribaltato completamente il -7 della gara d’andata, quando i padroni di casa prevalsero per 77-70. Se le 2 squadre dovessero terminare da sole appaiate in classifica questo campionato (cosa possibile considerati i soli 4 punti di distacco) sarà decisiva la differenza canestri complessiva, che al momento vede Agliana in vantaggio di un soffio. Un po’ di equilibrio nei primi minuti (4-6 al 3°), poi la Virtus Certaldo prova a scappare (16-8 al 8°), grazie ad un parziale di 12-2. Gli ospiti riescono a ricucire lo svantaggio, ottengono un parziale di 22-11 a loro favore, e tornano avanti nel punteggio (27-30 al 16°). Sarà questo l’ultimo vantaggio ospite di tutta la partita. Da lì in poi la Virtus Certaldo si riporterà quasi subito avanti, e per tutto il resto della gara manterrà sempre un vantaggio compreso fra i 2 e gli 8 punti, chiudendo di fatto l’incontro poco dopo il 39° minuto. Negli ultimi secondi cercherà di superare i 7 punti di scarto, senza riuscirsci, ma impedirà ad Agliana di accorciare ulteriormente il distacco. La partita è stata bruttina, con molti errori al tiro da entrambe le parti, e con pochissime giocate di rilievo. Nel complesso la Virtus Certaldo ha meritato di vincere, rimanendo avanti nel punteggio per circa 35 minuti, contro i quasi 5 di Agliana, quasi tutti concentrati nelle prime battute di gara. Ma il successo certaldese è dovuto soprattutto alle % quasi orribili al tiro da parte di Agliana, che ha chiuso la gara con il 14,3% da 3, e con il 57,1% sui tiri liberi. Gli ospiti in questa partita hanno tirato 24 volte in più rispetto ai locali, di cui gran parte su tiro libero, realizzando 7 punti in meno. Questa gara si è chiusa con una statistica più unica che rara: dei 60 punti messi a segno da Agliana 38 sono venuti da giocatori della panchina, contro i soli 22 del quintetto base. La Virtus Certaldo, dopo alcuni mesi, ha ripresentato Barbieri tra i convocati, senza però utilizzarlo, ormai quasi completamente guarito dall’infortunio subito quasi 6 mesi fa. La Virtus Certaldo rimane sempre in bilico fra la zona play-off e la zona play-out. Per quasi tutto il campionato, escluse le prime 5 o 6 giornate, la squadra ha stazionato al 9° posto in classifica, comunque sempre fra l’8° e il 10°. Considerati i modesti distacchi fra le varie squadre in questa zona della classifica, con sole 7 giornate di campionato ancora da disputare, tutto probabilmente si deciderà all’ultima giornata o quasi, quando sicuramente saranno i dettagli o forse il calendario a fare la differenza. Prossima partita per la Virtus Certaldo domenica 12/03 (ore 18.00) in trasferta contro Don Bosco Livorno.

Classifica
36 Pielle Livorno
32 Don Bosco Livorno
30 Castelfiorentino
30 Cmb Lucca
28 Pall. Empoli
28 Libertas Liburnia
26 Agliana 2000
24 Montale
22 Virtus Certaldo
22 Pall. 2000 Prato
22 Altopascio
20 Valdisieve
16 Olimpia Legnaia
14 Synergy Valdarno
10 Cmb Carrara
8 Folgore Fucecchio

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*