I COMMENTI SONO A CURA DELLE SOCIETA’

RISULTATI BASKET 

SERIE B

68-55

USE COMPUTER GROSS

Giannini 7, Mariotti 22, Sesoldi 2, Terrosi 5, Scali 4, Marusic 2, Ghizzani 4, Mascagni 4, Berni 2, Bei 16. All. Bassi (ass. Mazzoni/Finetti)

CIPIR VINAVIL DOMODOSSOLA

Falconi 21, Bianconi 5, Realini 13, Hidalgo, D’Andrea 4, Tuci 9, Petricca, Cerutti, Avanzini 3, Orsini. All. Fioravanti

Parziali: 26-15, 38-35 (12-20), 55-45 (17-10), 68-55 (13-10)

Si dice che in una squadra di basket l’asse più importante sia quella formata da play e pivot e nel match che l’Use Computer Gross gioca contro Domodossola si capisce il perchè. E’ su questa direttrice, infatti, che la squadra di Bassi costruisce la sua quinta vittoria su sei partite, la seconda consecutiva. Mariotti e Bei fatturano infatti oltre la metà dei punti biancorossi e così, in una serata nella quale gli esterni faticano un po’, ci pensano loro a far divertire la Lazzeri col capitano che, curiosamente, non segna dalla lunga, cosa che solitamente gli riesce anche bene, ma va sempre senza grossi problemi al ferro aggiungendo poi anche un bel 6/6 dalla lunetta. Sono loro a far masticare amaro l’ex coach biancorosso Alessio Fioravanti che, se non ricorderà questa partita per il punteggio e soprattutto per la percentuali al tiro dei suoi (davvero pessime), la ricorderà sicuramente per il lungo e meritato applauso che la Lazzeri gli tributa ad inizio partita e per i tanti abbracci prima e dopo. Mentre l’altro ex di giornata, Luca Falconi, non sente certo più di tanto l’emozione del ritorno alla Lazzeri visto che è il vero trascinatore dei suoi e chiuderà con 21 punti e 40 minuti in campo.

E’ proprio lui, assieme a Bei, a dare il via alle danze. La gara è equilibrata ma una tripla di Terrosi e un canestro di Bei costringono subito Fioravanti al timeout: 16-8. L’Use doppia subito i rivali (22-11) ed al 10′ siamo 26-15. La seconda frazione è l’unica che vede in difficoltà la Computer Gross. Domodossola, trascinata da Falconi, piazza un parziale di 0-11 e mette anche la testa avanti con Realini sul 30-31. Sarà l’unica volta su tutti e 40 i minuti visto che l’Use riallunga e va al riposo sul 38-35. Al ritorno in campo si capisce subito che i biancorossi hanno la faccia giusta, specie in difesa e così, punto su punto, Mariotti e Bei portano avanti i suoi obbligando Domodossola a spendere tanti falli visto che già dopo 3 minuti ha esaurito il bonus. Pur senza strafare, i biancorossi segnano con Mascagni il 46-35 e poi con Mariotti il 50-42 che diventa 55-45 al 30′. Sesoldi e Scali costringono Fioravanti in timeout già dopo 50 secondi e l’unico sussulto ospite è una tripla di Avanzini per il 59-50. Ma l’Use di quest’anno è squadra troppo solida per lasciarsi scappare partite del genere e così riallunga fino al 64-54 che alla sirena si trasforma nel 68-55 che vale la vittoria e il secondo posto in classifica in una settimana fondamentale e difficile. Mercoledì alle 20, infatti, la Computer Gross recupera la gara di Valsesia (chi vince è primo) e domenica sarà in campo nel derby di San Miniato. Ci sarà da divertirsi.

Marco Mainardi

ETRUSCA

LA BLUKART NON RIESCE AD ESPUGNARE IL CAMPO DI SAN MARCELLINO E FIORENTINA VINCE LA GARA

Fiorentina Basket Scandicci – Blukart Etrusca San Miniato 72 – 62

Fiorentina: Lorbis ne, Motta 11, Cenciarelli ne, Mazzucchelli 5, Bloise 23, Costi ne, Bevilacqua, De Leone 7, Poltronieri 17, Rosignoli 9. All. Cadeo Ass. Erbesato

Etrusca: Grassi, Giacomelli 9, Stefanelli 25, Zita 2, Bertolini 4, Benites 2, Giarelli11, Gaye 5, Perin 4, Capozio. All. Barsotti Ass. Ierardi e Carlotti
Parziali: 13 – 16, 31 – 26, 50 – 49, 72 – 62
Arbitri: Francesco Di Luzio e Marcello Martinelli di Roma

Caduta esterna per la Blukart, che non riesce a domare una Fiorentina precisa nei momenti chiavi della partita e brava ad esaltare il talento delle proprie individualità. Per i locali alla palla a due pesano le assenze di Longobardi e Valentini e nei primi minuti della gara Zita e Bertolini riescono a mettere la testa avanti, portando l’Etrusca vanti di 7 punti, con Fiorentina che riduce solo alla fine del primo quarto sul 13 a 16. Il secondo quarto vede la partita spezzettarsi con la squadra di Firenze che tira ben 11 tiri liberi e il ritmo di gioco in attacco della Blukart ne risente; Rosignoli e compagni riescono quindi ad invertire la rotta della gara, volando sul +5 all’intervallo lungo. Al rientro degli spogliatoi la gara sale di tono, con Fiorentina sempre avanti ma San Miniato sempre ad uno o due possessi di distanza, con Stefanelli, top scorer della gara con 25 punti, è Giarelli, con una prova di grande solidità, a tenere in piedi l’attacco degli ospiti. Per Fiorentina sale invece in cattedra Bloise, che nei momenti di difficoltà dei viola, segna canestri di pregevole fattura: a dieci minuti dal termine i padroni di casa comandano la gara per solo un punto. Solo nell’ultima frazione l’attacco della Blaukart si blocca , producendo solo 6 punti nei primi sei minuti del quarto, e Fiorentina trova canestri importanti da Motta e Bloise, arrivando ad un massimo vantaggio di 11 punti a tre minuti e mezzo dal termine, che riesce ad amministrare in un finale nel quale Stefanelli e compagni ci provano in tutti i modi, riuscendo solo a tornare al meno 7, a pochi secondi dal termine. Seconda sconfitta stagionale esterna per la Blukart, che paga una gara dl ritmo troppo spezzettato, contro una squadra con un tasso di esperienza maggiore rispetto ai ragazzi di coach Barsotti. “I ragazzi stasera hanno avuto un buonissimo atteggiamento e un’ottima applicazione.” le parole a caldo di coach Barsotti “Abbiamo pagato un po’ di inesperienza e alcuni errori al tiro, dopo aver costruito molto bene l’azione, ma devo dire che mai come questa volta siamo stati chiaramente penalizzati dagli episodi. Adesso noi abbiamo un solo compito: continuare a lavorare bene in settimana per migliorare giorno dopo giorno e avere fame di vincere contro chiunque. Così facendo sicuramente avremo più fortuna nei risultati nel prossimo futuro e riusciremo a conquistare i punti utili per l nostra salvezza.”

RISULTATI E CLASSIFICA

SERIE C GOLD

VIRTUS CERTALDO – LAI PALL.EMPOLI 59-71 (16-14/24-31/44-49)
Virtus Certaldo:Basili, Cataldo 18, Fimia, Moroni 4, Tognazzi 10, Borgianni 4, Granchi, Pucci 15, Spampani 2, Lazzeri 6. All. Baldini
Lai Pall.Empoli: Braico, Lemmi 9, Balducci, Fantoni 10, Mencherini N.5, Mencherini L.5, Verdiani 12, Barbetta, Alderighi 9, Doveri 21, Gouadjio, Lapi, All.Angelucci
Arbitri: Orlandini e Gustarini
La Lai  Empoli, cala un poker di assoluto valore in un campo ostico e contro una squadra seppur priva di Cantini, tra le piu’ accreditate della categoria. I ragazzi di Angelucci ancora una volta leggono bene l’incontro e non mollano mai di una virgola dal primo all’ultimo minuto. A Certaldo c’era il vecchio Capitano Moroni in cabina di regia, ma i biancoblu’ non hanno mostrato alcun timore reverenziale ed hanno imbrigliato i padroni di casa nel finire del secondo tempino chiudendo a piu’ 7. Ripresa e il copione rimane il solito con gli empolesi che tengono a distanza Certaldo con un piu’ 5 alla tera frazione. Partita che fila liscia fino alla fine nonostante qualche svista arbitrale da ambo le parti ma comunque un arbitraggio equo. Top scorer della serata Doveri con 21 punti (5 su 7 da due ), mentre Capitan Lemmi a rischio fino all’ultimo, ha stretto i denti e dato il suo contributo alla squadra che nonostante qualche piccolo peccatuccio di gioventu’, sorprende tutti con i risultati al momento eccellenti.

L’Abc di Bagnoli batte anche l’Olimpia Legnaia 60-51 difendendo il primo posto.

Legnaia ci prova, con pazienza e fino alla fine, ma l’Abc non ci sta. I fiorentini, fino all’ultimo giro di lancette, cercano di fare lo sgambetto ai gialloblu, ma questa Abc, ancora una volta, dice “no” e la volata finale vale il 60-51 con cui i ragazzi di coach Daniele Bagnoli brindano alla quinta vittoria consecutiva, sesta su sette gare disputate, e al primato in classifica nuovamente difenso con le unghie e con i denti.
Una Abc non bella come in altre occasioni, che paga diversi errori di fronte ad un’Olimpia Legnaia che ci crede fino in fondo e che per 38 minuti rischia seriamente di fare del male ai gialloblu. Ma quando è il momento di mettere ordine e tirare fuori gli attributi anche stavolta Montagnani e compagni rispondono presente e portano meritatamente a casa altri due punti pesantissimi, soprattutto in vista della doppia trasferta che vedrà l’Abc impegnata domenica a Prato e la settimana successiva a Montale.

Starting five Abc: Corbinelli, Belli, Manetti, Tozzi, Delli Carri. Avvio di gara con Temoka sugli scudi per Legnaia: il centro fiorentino fa la voce grossa nel pitturato (10 punti realizzati nel primo quarto) e gli ospiti provano a scappare sull’8-13, ma Taiti e Belli annullano quasi completamente il divario chiudendo la frazione sul 12-13.
All’inizio del secondo quarto Corbinelli infila il canestro del sorpasso (14-13) e si procede punto a punto fino a quando Zani, attesissimo ex, infila cinque punti in rapida successione per il nuovo +4 Legnaia (21-25 al 16′). Il contro break gialloblu porta le firma di Montagnani e Corbinelli che, con un parziale di 7-0, ritrovano il +3 (28-25), ma Nardi e Malalan non ci stanno e ristabiliscono il +2 Legnaia (28-30) su cui si va al riposo.
Nella ripresa avvio sprint per gli ospiti con Zani e Temoka che conducono i fiorentini fino al +7 (28-35), ma è ancora Corbinelli che, dalla lunga distanza, riporta i gialloblu in perfetta parità (35-35 al 24′). Tanti errori, sia da una parte che dall’altra: si segna poco e nessuna delle due squadre riesce ad allungare. Si va all’ultimo mini break con il tabellone che segna 37-38.
Papi ristabilisce il vantaggio gialloblu (39-38), Corbinelli e Taiti allungano (49-42 al 35′) e Legnaia prova a restare in scia con Zani (49-44). Ma l’inerzia è ormai passata in mano all’Abc che gestisce con freddezza gli ultimi possessi scappando definitivamente con Montagnani che mette la firma sul massimo vantaggio gialloblu (57-46 al 38′). I fiorentini si aggrappano a Cambi e Zani, ma l’Abc è in pieno controllo e non si lascia sorprendere. Suona la sirena: 60-51. “Not in my house” e l’Abc difende a spada tratta la vetta.

ABC CASTELFIORENTINO – OLIMPIA LEGNAIA FIRENZE 60-51

Parziali: 12-13; 16-17 (28-30); 9-8 (37-38); 23-13 (60-51)

Abc Castelfiorentino: Montagnani 8, Delli Carri 11, Belli 3, Cantini, Tozzi 6, Papi 2, Daly, Manetti, Corbinelli 24, Taiti 6. All: Bagnoli. Ass: Betti, Lazzeretti.

Olimpia Legnaia Firenze: Zani 13, Vienni 2, Ademollo, Cambi 6, Dozzani ne, Rosi, Nardi 4, Conti 1, Malalan 6, Tarchi M. 4, Temoka 15, Tarchi P. All: Zanardi. Ass: Miniati.

Arbitri: Solfanelli di Livorno, Frosolini di Grosseto.

RISULTATI E CLASSIFICA

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*