Commenti a cura delle società

BASKET – QUINTA GIORNATA DI ANDATA

USE

66- 67

 

USE COMPUTER GROSS

Marusic 2, Mariotti 12, Scali 2, Sesoldi 5, Terrosi 13, Bei 13, Ghizzani 7, Giannini 7, Berni, Mascagni 2. All. Bassi (ass. Mazzoni/Finetti)

 

PMS MONCALIERI

Smorto 14, Gioria 15, Tassone 2, Di Bonaventura 5, Coviello 4, Cattapan 2, Merletto 14, Treier, Conti 9, Agbogan 2. All. Pansa (ass. Squarcina)

Parziali: 16-21; 33-39; 53-50

 

Dopo tre vittorie consecutive, arriva il primo ko stagionale dell’Use Computer Gross che alla Lazzeri cede il passo a Moncalieri per 66-67. Una sconfitta che in fondo ci poteva anche stare alla luce del valore della squadra avversaria e del fatto che fino ad oggi gli arrivi in volata avevano sempre premiato i biancorossi, una sconfitta che, di conseguenza, nessuno drammatizza più di tanto. Anche perchè, seppur perdere non faccia mai piacere a nessuno, è fin troppo evidente che la truppa di Bassi cade in piedi, cedendo solo per qualche errore commesso nei momenti decisivi della partita quando per ben due volte ha i mano la palla del sorpasso e quindi della vittoria.

Una partita che vive praticamente in equilibrio con piccoli allunghi ora da una parte e ora dall’altra, senza insomma che nessuno prenda mai davvero in mano le redini della gara. Ed a testimoniarlo ci sono meglio di ogni altra cosa i punteggi dei parziali: 16-21, 33-39, 53-50. La sfida si decide così nel periodo finale nel quale nessuna delle due squadre è capace di staccare l’altra. A 30 secondi dalla sirena Terrosi segna i liberi del 66-65 e, dopo un timeout, Conti realizza da fuori area il 66-67. Sarà il canestro decisivo visto che, nonostante un altro minuto di sospensione a 20 secondi dalla sirena, l’Use sbaglia il tiro della vittoria prima con Bei e poi con Marusic. Vince Moncalieri e domenica prossima per i biancorossi è in programma la difficile trasferta sul campo di Piombino.

ETRUSCA BASKET

Blukart Etrusca San Miniato – Domobasket Domodossola 107 – 67

Etrusca: Grassi 8, Giacomelli 20, Stefanelli 16, Zita 3, Bertolini 12, Benites 23, Giarelli 5, Gaye 7, Perin 9, Capozio 4. All. Barsotti Ass. Ierardi e Carlotti

Domodossola: Hidalgo 8, Realini 8, Petricca, Orsini, D’Andrea 8, Cerutti, Falconi 22, Bianconi 18, Avanzini 1, Tuci 2. All. Fioravanti

Parziali 32 – 13, 48 – 34, 68 – 55, 107 – 67

 

La Blukart non sbaglia mai da tre punti, un incredibile 18 su 26 a fine gara, e piazza una vittoria con un divario pesantissimo, contro i piemontesi di Domodossola. Pronti via e la squadra di coach Barsotti mette subito in campo la proverbiale intensità in fase difensiva, che annulla gli esterni di Domodossola. La partita rimane in equilibrio fino all’ingresso in campo di Giacomelli, che spacca in due le partita con tre bombe consecutive, insieme ai canestri dall’arco di Grassi e Benites, che portano l’Etrusca sul 32 a 13 a fine primo quarto. Nel secondo quarto coach Fioravanti prova a togliere ritmo a Zita e compagni con la zona, che riesce a limitare lo svantaggio a 14 punti all’intervallo. Al rientro dagli spogliatoi la Blukart non riesce solo nei primi minuti a trovare le consuete soluzioni in corsa e velocità e Domodossola sembra poter rimettere le mani sulla gara, raggiungendo il meno 9 alla metà del tempino. È la panchina Etrusca a dare la scossa alla squadra, con Perin che cambia il ritmo in difesa, con una pressione asfissiante sui portatori di palla, ma soprattutto con la prova maiuscola di Benites, top scorer della gara con 23 punti, che tra terzo e quarto quarto spara sei bombe dall’arco, che spediscono Domodossola a meno 40, nel tripudio di un Fontevivo esaltato dalla prova dei suoi ragazzi.

“Abbiamo affrontato questa gara con la fame di vittoria che vorrei vedere ogni domenica.” le parole a fine gara di coach Barsotti “Questo ci ha fatto prendere coraggio e abbiamo cominciato ad esprimere l’energia che a volte non riusciamo a mettere in campo. Abbiamo avuto un momento di smarrimento nel secondo quarto, perché la zona ci ha costretto ad abbassare i ritmi, un errore che non dovevamo fare. Lo dimostra il fatto che, nella seconda parte della gara, contro la stessa difesa, abbiamo poi fatto percentuali altissime, non appena abbiamo ripreso ad esprimere energia sui due lati del campo. Adesso dobbiamo subito mettere la testa su una settimana di lavoro, intensa ed affamata come quella appena trascorsa, per essere pronti al meglio per la sfida interna tra sette giorni contro Valsesia.”.

RISULTATI E CLASSIFICA

——

SERIE C GOLD

ABC

Con una volata finale dove testa e cuore hanno lottato all’unisono contro uno degli avversari indubbiamente più in forma del momento, l’Abc Castelfiorentino batte il Don Bosco Livorno per 70-67 costringendo i labronici al primo stop da tre settimane a questa parte. Così i ragazzi di Daniele Bagnoli proseguono la corsa portando a tre il numero di vittorie consecutive e mantenendosi nel terzetto di testa insieme a Pallacanestro Empoli e Valdisieve, tutte a quota 8 punti.
Non è bastata la pesantissima assenza di Giuliano Delli Carri, costretto al riposo forzato per problemi di appendicite (emergenza comunque rientrata) a fermare l’avanzata gialloblu. Un capitan Montagnani da 25 punti e 24 di valutazione (top scorer e uomo partita) ha preso per mano i suoi conducendoli verso un’importantissima vittoria.
Che si trattasse di un match delicato era chiaro fin dalla vigilia. E il Don Bosco, squadra giovane ma di grande talento, ha subito reso la vita dura ai gialloblu. Nelle prime due frazioni, infatti, è la formazione labronica a guidare le operazioni tanto che, dopo il +6 del primo quarto (11-17) il divario si allarga al +12 su cui si va al riposo (28-40).
Al rientro l’Abc prova con pazienza a ricucire, sebbene gli ospiti siano bravi a lasciare ben pochi margini di manovra ai gialloblu. Al 30′, comunque, la truppa castellana ha ridotto a 9 i punti di svantaggio (44-53).
Così la partita, che sembrava ormai nelle mani del Don Bosco, si riapre negli ultimi dieci minuti quando Montagnani e compagni trovano quella determinazione e quello slancio necessari per girare completamente l’inerzia del match. L’Abc stringe le maglie difensive ed alza il ritmo e le percentuali in fase offensiva, annullando completamente il vantaggio labronico e arrivando a giocarsi il tutto per tutto nell’ultimo giro di lancette, quando sono la testa e il sangue freddo a decidere le partite. E anche stavolta il carattere e la solidità  di questa Abc hanno fatto la differenza: 70-67. Tris e primato.

ABC CASTELFIORENTINO – DON BOSCO LIVORNO  70 – 67

Parziali: 11-17; 17-23 (28-40); 16-13 (44-53); 26-14 (70-67)

Abc Castelfiorentino: Montagnani 25, Belli 10, Cantini, Tozzi 3, Maestrini, Papi 8, Daly 2, Manetti 7, Corbinelli 13, Taiti 2. All: Bagnoli. Ass: Betti, Lazzeretti.

Don Bosco Livorno: Creati F. 11, Creati M. 7, Graziani 10, Maric, Soriani ne, Banchi 8, Colombo 4, Marchini 12, Zanini, Batori, Pastusena 6. All: Saibene. Ass: Ferretti.

Arbitri: Boni di Pelago, Di Salvo di San Giuliano Terme.

—–

PALLACANESTRO EMPOLI E CERTALDO

VIRTUS CERTALDO – LAI PALL.EMPOLI 59-71 (16-14/24-31/44-49)
Virtus Certaldo:Basili, Cataldo 18, Fimia, Moroni 4, Tognazzi 10, Borgianni 4, Granchi, Pucci 15, Spampani 2, Lazzeri 6. All. Baldini
LAI Pall.Empoli: Braico, Lemmi 9, Balducci, Fantoni 10, Mencherini N.5, Mencherini L.5, Verdiani 12, Barbetta, Alderighi 9, Doveri 21, Gouadjio, Lapi, All.Angelucci
La LAI Empoli, cala un poker di assoluto valore in un campo ostico e contro una squadra seppur priva di Cantini, tra le piu’ accreditate della categoria. I ragazzi di Angelucci ancora una volta leggono bene l’incontro e non mollano mai di una virgola dal primo all’ultimo minuto. A Certaldo c’era il vecchio Capitano Moroni in cabina di regia, ma i biancoblu’ non hanno mostrato alcun timore reverenziale ed hanno imbrigliato i padroni di casa nel finire del secondo tempino chiudendo a piu’ 7. Ripresa e il copione rimane il solito con gli empolesi che tengono a distanza Certaldo con un piu’ 5 alla tera frazione. Partita che fila liscia fino alla fine nonostante qualche svista arbitrale da ambo le parti ma comunque un arbitraggio equo. Top scorer della serata Doveri con 21 punti (5 su 7 da due ), mentre Capitan Lemmi a rischio fino all’ultimo, ha stretto i denti e dato il suo contributo alla squadra che nonostante qualche piccolo peccatuccio di gioventu’, sorprende tutti con i risultati al momento eccellenti.
IN ATTESA DEL COMMENTO DI FUCECCHIO

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*