ALLIEVI

Ricordando Antonj Orsani giovane promessa del ciclismo toscano, già campione italiano juniores a cronometro e morto nel novembre del 2009 nei pressi di Vinci in un incidente stradale mentre era in allenamento, si è aperta sul circuito di Stabbia la stagione degli allievi. L’anello con il tratto finale di circa 350 metri verso la Chiesa in costante ascesa, è stato ripetuto per 12 volte dai 70 atleti presenti. Ha vinto per distacco con una prestazione straordinaria Daniele Colacione della Fosco Bessi di Calenzano che dopo appena una decina di chilometri ha sferrato l’attacco risultato alla fine vincente nonostante che quando ha iniziato la fuga mancassero oltre 30 chilometri alLa conclusione. C’è inoltre da aggiungere che alla difficoltà conosciute del circuito di Stabbia si è aggiunto un forte vento che ha disturbato non poco la marcia dei corridori oltre alla fatica in più che hanno dovuto compiere. Colacione con estrema disinvoltura, senza mai accusare flessioni, ha mantenuto sempre costante il suo vantaggio mentre nel gruppo inseguitore ci sono stati dei momenti in cui lo stesso sembrava intenzionato ad organizzare un vero e proprio inseguimento. In verità erano solo “fiammate” che non avevano continuità ed alla fine Colacione ha potuto concludere a braccia alzate e tra scroscianti e meritati applausi per la sua esaltante prestazione.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Daniele Colacione (Fosco Bessi) Km 43,200, in 1h12’42”, media Km 35,570; 2)Tommaso Pozzolini (Butese) a 1’06”; 3)Tommaso Perazzolo (Cycling Alta Valdera); 4)Samuele Gimignani (Aquila); 5)Alessio Riccardi (Pozzarello); 6)Giannini; 7)Venturini; 8)Dati; 9)Arzilli; 10)Cecchi.

JUNIORES

Prima rivincita stagionale dopo la gara di apertura a La California per gli juniores toscani sull’anello di Stabbia nel 53° Gran Premio Artigianato e Commercio Stabbiese, organizzato come le altre gare di questa lunga giornata, in maniera perfetta dal G.S. Stabbia Ciclismo sotto la regìa del presidente Fabio Borgioli, di Luciano Benvenuti e dei lori collaboratori. Ma rivincita non c’è stata perché a dominare la gara è stato ancora il Romagnano Guerciotti Mamis Caffè che conferma di essere la squadra dal collettivo più forte e preparata a puntino per essere protagonista. Ha vinto Omar Marouan uno degli atleti riconfermati dalla società massese giunto in parata con il compagno di squadra Benedetti. I due per mano hanno concluso la gara senza volata e per Marouan il primo posto meritato e quanto mai utile sul piano psicologico. Per Benedetti anche un secondo dopo quello già ottenuto a La California, ma vedere il corridore aretino pedalare è uno spettacolo per la facilità con la quale lo compie e per le condizioni di invidiabile freschezza con le quali ha concluso la gara di Stabbia. A completare il successo del team arancione il 5° e 6° posto di Matteucci e Manfredi. Gli sconfitti hanno lottato fino in fondo, ed in maniera incredibile per volontà, forza e tenacia i veneti Lira e Taborra, ed in misura minore ma sempre con continuità anche il toscano Magli giunto terzo poi alla fine con uno scatto sull’erta finale. In gara 104 juniores dei 121 iscritti e fuga di 5 atleti dopo 10 Km con dentro Benedetti che più avanti attendeva il rientro del compagno di colori Marouan per poi partire all’attacco poco prima di metà corsa. Ed il tandem ha dato spettacolo.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Omar Marouan (Romagnano Guerciotti Mamis Caffè) Km 79,200, in 2’08’42”; media Km 36,920; 2)Gabriele Benedetti (id.); 3)Filippo Magli (Stabbia Dover) a 1’10”; 4)Stefano Lira (Industrial Forniture Moro) a 1’19”; 5)Gabriele Matteucci (Romagnano Guerciotti Mamis Caffè); 6)Manfredi; 7)Taborra a 1’35”; 8)Leoncini a 2’50”; 9)Caroti; 10)Fedeli.

                                 Antonio Mannori

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*