Domenica 8, e 15 Gennaio, si sono svolte rispettivamente le giornate di Campionato Under 14 a Velletri, e Under 16 a Empoli. Le due giornate hanno avuto risultati dal segno opposto, 2 pesanti sconfitte per la Under 14, e 2 larghe vittorie per la Under 16.

L’origine dei motivi, è praticamente la stessa: La Under 14 di Empoli, all’esordio assoluto in due gare “vere”, giocate contro Roma e Civitavecchia, due squadre che hanno già una buona esperienza di gioco collettivo, ha pagato l’inesperienza con due sconfitte pesanti: 23 a 9 contro i Mammuth Roma, e 15 a 3 contro Civitavecchia.

I piccoli esordienti, molti dei quali di categoria Under 12, hanno pagato l’emozione soprattutto nel primo tempo della partita contro Roma, giocando con le gambe molli, e la testa chi sa dove, scordando tutte le direttive di coach Carboncini, dando la caccia al disco, invece di cercare un gioco collettivo.

Un po meglio, il secondo tempo contro i Mammuth,e lo dimostrano i 9 goal fatti, e la partita contro Civitavecchia, che ha visto un passivo un po meno pesante. In ogni caso, nessun dramma, la consapevolezza da parte di tutti che si può fare molto meglio, inducono i piccoli atleti a riprendere gli allenamenti con entusiasmo, in vista delle prossime gare.

Come già detto, di segno esattamente opposto le due gare under 16 giocate a Empoli Domenica15, contro la vittima del giorno Skating Bari, che ha visto i ragazzi di Coach Carboncini prevalere per 23 a 2 in gara 1, e per 15 a 1 in gara 2. Anche qui, la differenza sta tutta nell’esperienza, con i ragazzi di Coach Carboncini che giocano insieme da oltre tre stagioni, avendo raggiunto le fasi finali Nazionali sia come Under 14, che come Under 16, mentre i ragazzi di Bari sono alle prime esperienze, come i più piccoli empolesi.Grandissima ammirazione per i ragazzi di Bari, che sono venuti ad Empoli in treno, per giocare sia la partita di andata, che il ritorno, risparmiando così la trasferta ai ragazzi di Empoli, i cui genitori, per contraccambiare, hanno contribuito alle spese di viaggio.

In particolare, un elogio al piccolo portiere Barese, Alessandro Chiarulli, chiamato a difendere la gabbia del Bari dopo soli 2 mesi di attività, ma ciononostante ha evitato un ulteriore divario nel risultato, parando ben 18 tiri nello specchio della porta in gara 1, e 26 in gara 2. Condivisibile l’orgoglio di un Papà dei ragazzi del Bari, che ha sottolineato come suo figlio, come tutti i suoi compagni di squadra, sono partiti per Empoli in treno al sabato pomeriggio, senza perdere nemmeno un’ora di scuola, e sarebbero rientrati la Domenica notte, tornando a sedersi regolarmente al banco di scuola il Lunedì.

Questa è l’essenza dell’hockey, uno sport praticato fin da piccoli con una passione smisurata, che molti ragazzi si portano dietro fino all’età adulta. Questa grande passione è confermata dalla squadra Senior di Empoli, che autofinanziandosi, il 28 Gennaio si recherà fino in Sicilia per giocare 2 partite di serie C contro Messina, e Acireale. Per la cronaca, i marcatori sono stati, in gara 1, Leopardi (8 goal), Giffoni (7 goal), Lauriola (1 goal), Guidotti, (3 goal), Lapadula (2 goal), e Petralli (2 goal). Gli assist men sono stati Giffoni, Leopardi, Lauriola, Lapadula, e Petralli. Per Bari, i due goal, molto belli in contropiede, segnati da Mancini, uno su assist di Petriachi, e uno su azione personale.

In gara 2, Lapadula (5 goal), Leopardi (4 goal), Petralli, (3 goal), Guidotti (1 goal), e Lauriola (1 goal).

Assist men Giffoni, Lapadula, e Leopardi.

Il goal della bandiera del Bari, su power play, ancora di Mancini.

 

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*