Sarà difficile ripetere una prima parte del mese intensa come la prima di marzo 2017. Impegnate tutte le categorie giovanili, la Senior serie C, e l’importante premio Aramini assegnato a Matteo Carboncini, Capitano della Under 20, come atleta che ha ottenuto il miglior risultato agonistico, grazie all’Argento Europeo conquistato con la Nazionale Under 18. Iniziamo con il prestigioso premio allo sport, di cui ormai quotidiani, radio, e tv locali e online hanno ampiamente reso conto, ma che non possiamo non menzionare nei nostri commenti. Matteo, oltre ad essere un atleta di spicco, ha dimostrato di sapersi porre ottimamente anche davanti ad un pubblico, senza mostrare emozioni (che pure ci dovevano essere), rispondendo alle domande dell’intervistatore con esaudiente disinvltura. Se Matteo aveva mostrato di essere un rappresentante di spicco per l’Hockey Empoli come atleta, ha confermato di esserlo anche come portacolori della Società in occasione degli eventi “mondani”. Questo il link per vedere l’intervista: https://www.facebook.com/groups/45336663698/#
Ma veniamo al gioco “giocato” che ci da ampio materiale su cui scrivere. Senior Serie C: Dopo il passo falso del 26 Febbraio contro i Pattinatori Sanbenedettesi, per 8 a 6 (assenti a causa di infortunio alcune pedine importanti della squadra), il 12 Marzo, la squadra allenata da Stefano Carboncini, a pieno organico, si è ripresa contro la “vittima sacrificale” Sicilian East Coast Acireale, che in casa Giallo-Azzurra ha dovuto incassare ben 22 goal, anche se ha salvato la bandiera sul finire del secondo tempo, con 2 goal, il primo di Genovese (min. 41,18), e il secondo di Adamo (min. 43,34). I due goal subìti, sono costati ai nostri beniamini ben mezz’ora di allenamento supplementare, promessi dal Coach, al quale, per solidarietà, hanno partecipato anche i giocatori di Acireale. Ma veniamo ai goal segnati: Storica tripletta per il “rookie” Matteo Martellacci, tra i più festeggiati dai compagni, 2 goal su assist di Cuseri (in grande crescita dopo aver conseguito la laurea, e quindi esser tornato ad allenarsi con più regolarità). Quattro goal per Capitan Errico, due goal su azione personale, e due su assist di Carboncini. Un’altra tripletta è stata portata a segno da Mirco Giorgetta, assist di Milcik (2), e Lotti.
Quattro goal anche per Matteo Carboncini, 2 goal su azione personale, 1 su assist di Errico, e 1 su assist dell’altro giovane, Micheli, anno 2000, come l’altro difensore, l’Empolese Giorgio Cecchi. Doppietta per Cuseri, entrambi i goal su azione personale, e per Pazzaglia, (entrato soltanto nel secondo tempo, insieme a Patriarchi, per dare spazio anche ai giovani), uno su assist di Milcik, e uno su assist di Giorgetta. Meritata doppietta anche per Lotti, tra i giocatori più esperti insieme a Domenicali, che purtroppo non ha potuto esprimersi al 100 % a causa di un persistente dolore alla schiena, ma ha comunque voluto essere presente in campo. Infine un’altra doppietta meritata, quella di Marco Patriarchi, un goal su azione personale, e uno su assist di Milcik, che non ha avuto la soddisfazione del goal personale, ma si guadagna sicuramente il titolo di assist man della giornata, con ben 3 passaggi decisivi. Terzo tempo in trattoria, insieme alla squadra di Acireale, che non poteva tornare in Sicilia, senza aver assaggiato le specialità Toscane. Adesso, ai fini della qualificazione diretta alla fase finale, sarà fondamentale l’ultima giornata, il 2 Aprile a San Benedetto del Tronto, dove in un’unica giornata i Giallo-Azzurri dovranno affrontare Tivoli, e San Benedetto.
Anche i Flying Donkeys Hockey Under 16, si sono guadagnati le fasi finali (come la formazione under 20), vincendo con largo margine la fase zonale. A Civitavecchia, con la prima gara contro i padroni di casa, un piccolo passo falso, ma i ragazzi di Carboncini si sono ripresi subito, vincendo gara 3. Già di per se, giocare 3 gare consecutive in una giornata, senza pause, con il numero minimo (6+1 portiere), forse è già un record, portare a casa anche 6 punti pesanti, è comunque un’ottima prestazione. Come purtroppo in questa stagione accade troppo spesso, anche a Civitavecchia la defezione di alcuni giocatori ha causato qualche problema di roster. Soprattutto l’assenza dei portieri ha rischiato di minare la trasferta, situazione fortunatamente risolta dall’Empolese Giammarco Benozzi, che ha rinunciato ad un importante impegno scolastico (programmato con largo anticipo), per venire in soccorso alla squadra. 

Gara 1, ore 16.00

Civitavecchia 1, Empoli 0

Un po’ per cautela (sapendo di dover giocare 3 gare consecutive, era bene conservare le energie), un po per la difficoltà a smaltire i km in auto per la lunga trasferta, i biancoazzurri iniziano la partita con ritmi bassi, e scarsa precisione nei tiri. Bravi anche i portieri di Civitavecchia, che tengono abbassata la saracinesca, per cui la porta dei laziali sembra stregata. Sarà decisivo il goal in Power Play del Civitavecchia (in panca puniti Leopardi, per sgambetto), nel secondo tempo (Tranquilli su azione personale, min. 20,34, 1 a 0 Civitavecchia) I Biancoazzurri non sono più risciti a recuperare, e hanno dovuto accettare la prima sconfitta in questo torneo.

Si può solo fare i complimenti a Civitavecchia, che ha sfruttato benissimo l’occasione, giocando con attenzione, senza farsi sorprendere scoperto.

 

Gara 2, ore 17,15

Libertas Genzano 1, Empoli 7

15 minuti per rifiatare, e di nuovo in campo, i Flying Donkeys stavolta non commettono l’errore di risparmiare troppo le energie. Il bel goal di Giffoni da anche troppo coraggio ai Biancoazzurri (1 a 0 Empoli, min. 04,11), perché il l’entusiasmo eccessivo, permette al Genzano di trovare quasi subito il pareggio con Pontecorvi (1 a 1, min. 6,08). Ma qualcosa è cambiato nei meccanismi dei Flying Donkeys, che ritrovano il loro proverbiale gioco collettivo, mettendo in difficoltà i laziali, e iniziando una bella sequenza di goal, con Borghesi (2 a 1 Empoli), Guidotti (3 a 1), ancora Giffoni ( 4 a 1), ancora 2 volte Borghesi, su assist di Leopardi, e su azione personale (6 a 1), e di nuovo Giffoni, su assist di Lauriola (7 a 1). Quindi, ben due triplette, di Giffoni, e di Borghesi, quest’ultimo anche infortunato ad una mano dal secondo tempo per un forte colpo del disco in fase difensiva.

 

Gara 3, ore 18.30

Empoli 4, Civitavecchia 1

 

Atri 15 min. Di riposo, e di nuovo in campo per la seconda gara contro Civitavecchia. Le energie dei Flying Donkeys non sono più molte, e i ragazzi di Carboncini iniziano con prudenza. Ma i meccanismi hanno ripreso a funzionare, e adesso i giocatori Biancoazzurri, riescono a far correre di più il disco, spendendo meno energie, a conferma della grande intesa di squadra. I goal comunque arrivano nel secondo tempo, ed è Capitan Leopardi ad aprire le danze (min. 16,13, 1 a 0 Empoli), addirittura in inferiorità numerica (in panca puniti Borghesi), segue Guidotti (power play, 2 a 0 min.20,14), e di nuovo Leopardi (3 a 0, min.26,37). Al min. 27,49 Civitavecchia accorcia le distanze, ma sarà Borghesi a sigillare il risultato, confermando la sua bella prestazione giornaliera con il definitivo 4 a 1. Ancora una bella prestazione di squadra dei Flying Donkeys, anche se va sottolineato il grande contributo del portiere Benozzi, che ha subìto solo 3 goal in 3 partite, di cui 1 in inferiorità numerica.

E adesso, sotto a prepararsi per le fasi Nazionali, vogliamo vedere questi ragazzi ai vertici dell’Italia.

Under 14, Civitavecchia 18/03/2017

Anche i piccoli ciuchini crescono! La squadra, formata da ragazzi Empolesi Doc, uniti a quelli di Tivoli (in parternariato), e all’appassionatissimo gruppo di Bolzano, piano piano trova la sua identità, e crescita. Orfani degli allenatori (Carboncini impegnato con la Under 20, e Gavazzi di Tivoli con la Femminile), i piccoli Biancoazzurri non si sono comportati affatto male. Hanno resistito per quasi un tempo contro il fortissimo Polet Trieste, per poi arrendersi negli ultimi minuti del primo, e nel secondo tempo, ma si sono rifatti in gara 2 contro Viareggio.

Le gare:

Empoli-Polet Trieste 1 a 10

Il portiere Sebastiano Nardelli resiste per quasi un tempo intero al fuoco incrociato di trieste, ma deve arrendersi al min.13,43 ad un tiro su azione personale di Busetti (1 a 0 Trieste), che si ripete poco dopo (min. 14,04, 2 a 0 Trieste). Pochi secondi, e arriva il terzo goal (min.14,15 Sedmak). Prima della fine del tempo, però accorcia le distanze per Empoli l’esordiente Alan Lobis, permettendo ai Flying Donkeys di andare al riposo con la partita ancora aperta. Ma nel secondo tempo, riprende la marcia irresistibile il Trieste, e nulla può Nucara, subentrato a Nardelli, che poi rientrerà più tardi nel secondo tempo, ma il totale dei goal subìti arriva a 10, autori dei goal, Sedmak, e Busetti, a quanto pare i goleador dei Friulani. Ma anche le sconfitte servono, e potremo averne la riprova l’8 Aprile, nell’ultima giornata, quando ci saranno da affrontare Civitavecchia, Roma, e Trieste.

 

Gara 2, Viareggio-Empoli 7 a 1

I piccoli Flying Donkeys ritrovano la vittoria, con 7 goal, 2 di Rocco, 2 di Lobis, 2 di Valerio Ercolani, e 1 di Soluri, assist di Rocco, e Lobis. Viareggio, al min. 29,20 comunque trova il goal della bandiera, di Lucchesi. Come già scritto, la fase zonale terminerà l’8 Aprile, e i piccoli Flying Donkeys hanno la possibilità di agguantare il terzo posto nel girone, che, anche se non permette di accedere alle fasi finali, sarebbe un ottimo risultato, dal momento che il 90% della squadra è formato da esordienti a livello agonistico di hockey in line.

 

 

Fonte: Ufficio Stampa

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*