Cinque anni e mezzo intensi. Cinque anni di passione. Ma anche cinque anni duri e impegnativi. Si chiude una porta e si apre un portone, dice un famoso detto. Ebbene in questo caso non è e non sarà così.

Quando un giornale chiude, che si tratti di un portale online o di carta stampata, non è mai la vittoria per nessuno.

Era il 2 settembre del 2012 quando abbiamo realizzato il nostro primo servizio nel territorio di Montespertoli. Un raduno di maggiolini, ma anche una grande occasione di socialità. E’ proprio con questi presupposti che è nata Valdelsa Sportiva.

Un giornale, ma soprattutto uno spazio di idee per dare voce alle tante realtà sportive dell’Empolese Valdelsa, che trovano poco spazio e visibilità su altri canali.

Una grande avventura, non c’è che dire. Una bella esperienza testimoniata anche dai numeri. In cinque anni abbiamo avuto una crescita costante del numero di utenti, che ci hanno seguito non solo attraverso il nostro sito principale, ma anche sui canali collegati di Facebook, Twitter e Youtube.

Chiudere Valdelsa Sportiva non è stata una decisione presa a cuor leggero.

Per certi versi è un po’ come rinunciare a vedere crescere un figlio (con i dovuti… paragoni!).

Un ringraziamento sincero va agli sportivi e alle società che ci hanno seguito e inviato materiale e notizie.

Ma un appunto lo vogliamo fare proprio al tessuto economico del nostro territorio. Sono state pochissime le aziende che hanno deciso di darci fiducia (e le ringraziamo ovviamente di cuore!).

Forse non siamo stati bravi, attenti e puntuali a comunicare e a far capire la nostra realtà, i nostri numeri e le nostre potenzialità.

Ma  è anche vero che in molti, forse troppi,  vedono ancora oggi l’informazione online come qualcosa di gratuito e di dovuto.

E per questo non sono ben disposte ad investire su questa piattaforma, se non  investimenti minimi, magari a costo zero o addirittura con semplici scambi di banner.

Ebbene è giusto rimarcare che un lavoro come il nostro necessita di tempo e impegno (soprattutto nei giorni del weekend!). Cose che purtroppo non sono state percepite come avrebbero meritato.

Ormai è andata. Ma non abbiamo rimpianti perché ci abbiamo provato. Abbiamo dato tutto, anche grazie all’aiuto dei nostri splendidi collaboratori.

Ci auguriamo che in futuro ci sia nuovamente spazio per Valdelsa Sportiva…

Ciao carissima!

 

Marco Fani – Direttore Responsabile

Filippo Cioni – Editore

 

A proposito dell'autore

Marco Fani

E' il direttore responsabile di Valdelsa Sportiva. Laureato in Scienze Politiche e Internazionali ha iniziato a scrivere di sport a 21 anni sul quotidiano Il Tirreno, occupandosi di calcio dilettantistico e giovanile. Ha proseguito poi in cronaca e ha all'attivo un'esperienza con l'agenzia Ansa. Dal 2008 lavora per l'agenzia pubblicitaria Manzoni Spa e realizza redazionali per aziende, professionisti ed eventi. Collabora con l'agenzia Juice nel progetto Circle, svolgendo attività di ufficio stampa

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*