Liguri superiori, ma l’Etruria tiene testa – Non è stata una partita a senso unico. Dopo lo svantaggio iniziale il contraccolpo poteva farsi sentire ma i ragazzi di Balzano hanno reagito ritornando più volte a contatto. Buona la percentuale con l’uomo in più, qualche lettura migliorabile ma c’è fiducia nel futuro.

Partenza in salita, reazione decisa e finale in crescita – Neanche il tempo di sistemarsi in acqua che la velocità di Polipodio spezza per due volte la difesa e consente il doppio vantaggio ospite in contropiede, a cui rispondono però prontamente prima Rossi, poi Meozzi con un pallonetto che strappa applausi sugli spalti. Ma prima della fine del quarto arrivano due reti in superiorità numerica per gli ospiti con Cappelli e Rivarola, seguiti dalla possibilità del 3-4 in controfuga non sfruttata da Baggiani e Maltinti.

Al nuovo break dello Sturla risponde in superiorità numerica ancora Rossi, che insieme a Maltinti firma le due reti del secondo parziale che portano l’Etruria sul -3, seguite però dal gol conclusivo di Ferrari a 34” dalla fine arrivato con l’uomo in più.

Nel terzo quarto salgono in cattedra le difese, con le 6 superiorità numeriche neutralizzate e l’unica rete di Giusti giunta a soli due minuti dall’ultimo quarto.

Andamento praticamente opposto nel quarto parziale, con ben 9 reti realizzate e ribaltamenti di fronte continui. Le danze sono aperte dagli ospiti con Rivarola e Chirico che bucano Lami all’esordio stagionale fra i pali dell’Etruria. È firmato da Baggiani con l’uomo in più il quinto gol empolese, seguito da un’altra controfuga vincente di Polipodio e dalla conclusione vincente di Verdiani. Dopo la doppietta personale di Laisi sono due ottime giocate con l’uomo in più a far gioire prima Fiaschi grazie ad un’ottima circolazione di palla, poi Maltinti che risponde presente con una giocata rapida. L’ultima rete della partita è di Cappelli che chiude i conti sul definitivo 8-14.

Balzano vede il bicchiere mezzo pieno – “Buona partita giocata con intensità e determinazione. Non abbiamo mollato e non ci siamo mai disuniti.” Esprime così la sua soddisfazione l’allenatore dell’Etruria, che prosegue analizzando gli aspetti su cui lavorare. “Dobbiamo cercare di rimanere più calmi in alcuni momenti chiave della partita, per riuscire con lucidità a girarli a nostro favore.” Meccanismi da oleare, strada da percorrere abbastanza lunga ma direzione giusta. “Nel complesso ritengo che i ragazzi stiano provando a mettere in pratica cosa gli viene chiesto con voglia e applicazione.”

Sabato trasferta ligure – Sarà la piscina di Camogli la prossima meta dei biancoazzuri che alle 20.30 affronteranno Rapallo, reduce da ben tre vittorie nelle ultime quattro e lanciato alla rincorsa dei primi posti dopo una partenza difficile. L’impegno è complicato ma comunque alla portata di una squadra in netta crescita e con necessita di fare punti.

LA CLASSIFICA

Sportiva Sturla 21; RN Arenzano 18; CN Sestri, Dinamica Torino 15; Lerici 12; Acquasport Firenze, Rapallo Nuoto 9; ETRURIA, NGM Firenze 3; Albaro Nervi 0.

IL TABELLINO

SerieBMaschile

Etruria Nuoto – Sportiva Sturla 8-14 (2-4; 2-4; 0-1; 4-5)

Etruria Nuoto: Desideri, Ciarlantini, Fiaschi (1), Lazzeri, Maltinti (2), Bellucci, Verdiani (1), Lami, Rossi (2), Baggiani (1), Gambacciani, Parrini, Meozzi (1). All.: Balzano.

Sportiva Sturla: Ghiara, Dispenza, Laisi (2), Moncagatta, Nani, Chirico (2), Cappelli (1), Rivarola (2), Giusti (1), Raco, Cornacchia, Ferrari (1), Polipodio (5). All.: Falcone.

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*