Questo fine settimana il volley femminile ha lasciato il posto alla scherma nel prestigioso impianto sportivo Palaigor di Novara dove si è svolta la Prima prova Nazionale di spada maschile e femminile, riservata alla categoria “cadetti” (under 17 nrd). A rappresentare la spada empolese, sono scesi in pedana Francesco Cappelli, Gabriele Gheri, Giovanni Mannini e Paolo Pezzatini, mentre David Bertini e Andrea Iserani hanno dovuto disertare per impegni scolastici.

Ben 377 i partecipanti alla prova maschile che si è svolta sabato. La categoria “cadetti” comprende schermidori dai 14 ai 16 anni ed è il trampolino di lancio per entrare nel giro della nazionale giovanile; i top-ten del ranking, infatti, possono accedere al circuito internazionale dove hanno l’opportunità di mettersi in evidenza. Impegno importante quindi per i nostri ragazzi, quasi tutti al loro esordio. Nella fase dei gironi bene Francesco Cappelli che si aggiudica 4 assalti su 5, Giovanni Mannini 2 vittorie su 6 e Gabriele Gheri, 2 vittorie su 5. Quanto basta per passare alla fase della eliminazione diretta. Non bene invece per il Paolo Pezzatini la cui specialità è il fioretto, ma che si cimenta in entrambe le armi. Paolo aveva un girone molto difficile: partito bene vincendo il primo assalto, ma non è più riuscito a bissare il successo, perdendo l’opportunità di passare al turno successivo. Nelle dirette Cappelli e Gheri passano la prima grazie al buon piazzamento ottenuto nella classifica provvisoria. Il primo a scendere in pedana per entrare nei 256 è Giovanni Mannini contro Enrico Miolo di Ravenna non dotato di una grande tecnica, ma ottima precisione nel portare a segno le stoccate.

Il ravennate si porta subito in vantaggio, mentre Giovanni Mannini non riesce a trovare il ritmo giusto per contrastare l’avversario che, implacabile, non sbaglia una stoccata e si aggiudica l’assalto 15-6. Dopo è la volta di Gabriele Gheri, esordiente nella categoria cadetti, che si è visto contrapposto il casertano Marco Balzano, numero due nel ranking, nell’assalto per entrare nei 64. L’atleta empolese ha tirato con la determinazione e la grinta che lo contraddistingue, ma il divario tecnico, dovuto anche all’età, era incolmabile e riesce a mettere solo due stoccate al bravo atleta campano che terminerà la gara al secondo posto dietro il torinese Giulio Gaetani. Stessa sorte anche per Francesco Cappelli che ha incontrato il massese Lorenzo Benfatto. L’assalto è stato molto incerto e Cappelli chiude il primo parziale con due stoccate di vantaggio. Ma alla ripresa dell’incontro Benfatto si aggiudica un parziale di +4 che blocca l’azione incalzante dell’empolese, anche lui esordiente nella categoria cadetti. Cappelli non riesce più a rimontare le due stoccate di svantaggio e lascia il passo a Benfatto 15-13.

La maestra Elena Cazzato del Club Scherma Cambiano, commenta così la prestazione dei suoi atleti: “una spada che sta crescendo con una certa continuità. Esordire nella categoria cadetti non è facile, basta vedere l’alto numero dei partecipanti, specialmente nella specialità della spada dove in Italia il livello tecnico è molto alto. Anche se non c’è stato il risultato, siamo soddisfatti del rendimento dei ragazzi che sono stati capaci di tirare al meglio delle loro possibilità. La prossima settimana saremo nuovamente in pedana a Ravenna con i nazionali giovani”.

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*