Appena nove anni compiuti, ma con la tempra del vero campione. Questo è Guido Bini, il giovane atleta del Club Scherma Cambiano alla sua seconda esperienza agonistica della stagione. Il piccolo fiorettista mancino è un vero esempio comportamentale: concentrato, serio, impeccabile negli atteggiamenti e già dotato di una buona tecnica schermistica. Al Trofeo Granducato, che si è svolto negli impianti del Centro Sportivo Universitario di Siena, l’atleta empolese è stato notato anche da tecnici di altre società: una scherma concreta, eseguita con grande determinazione nel cercare di portare la stoccata a bersaglio. Ha tirato insieme a concorrenti di categoria superiore, subendo solo quattro sconfitte di misura sui dodici assalti disputati. “Non possiamo parlare di talento, ma Guido è sicuramente un bambino che ha trovato il modo di divertirsi… seriamente. Durante gli allenamenti sa distinguere i momenti in cui giocare con i propri compagni da quelli in cui deve impegnarsi per imparare cose nuove e migliorare. Non lascia mai niente al caso perché, nonostante la giovane età, ha un buon controllo dell’istinto ed è capace di modificare la sua azione in base all’avversario che si trova di fronte; tutto questo coadiuvato da una facilità innata nel trovare il bersaglio” Questo il commento del maestro Fabrizio Di Rosa che, insieme con la maestra Elena Cazzato, è responsabile della specialità “fioretto” al Club Scherma Cambiano.

Ufficio stampa Club Scherma Cambiano

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*