Il Club Scherma Cambiano di Empoli ha partecipato alla Prima Prova Interregionale di Scherma, riservata alla categoria under 14 e che si è svolta a Lucca sabato e domenica. La due giorni di gare ha visto tutte le specialità: fioretto, spada e sciabola nelle diverse categorie che appartengono al Gran Premio Giovanissimi. Insieme alle società di scherma toscane hanno partecipato quelle liguri che godono di una grande tradizione schermistica, in particolare, nella spada. Il club empolese si è presentato con nove atleti: sette nella spada e due nel fioretto. Il primo giorno è stata la volta di Francesco Bacigalupo, al suo rientro in gara dopo una lunga pausa dovuta ad un infortunio, Samuele Bolioli, Samuele Tincolini e Gianmarco Verdiani che si sono cimentati nella prova di spada per la categoria allievi. Buono l’avvio di Bacigalupo nel girone eliminatorio che parte con due vittorie; purtroppo il risentimento al ginocchio l’ha poi penalizzato nel proseguo della gara; riesce comunque a vincere il primo incontri di diretta 15-13 contro Lorenzo Gorini del C.S. Valdera di Pontedera, ma è fermato 11-3 a quello successivo contro Alex Patrone di C.S. Savona che si classificherà al terzo posto. Samuele Bolioli è stato sfortunato nel girone eliminatorio dove ha vinto due assalti e persi tre per una sola stoccata. Nel tabellone dei 64, vince 15-8 lo scontro diretto contro Marco Rossi del Pisascherma; vince anche l’incontro successivo 15-14 contro Nappo Lorenzo del C.S. Savona ed entra nei primi sedici dove si vede contrapposto a Ludovico Galeazzi del C.S. Savona. L’incontro è molto duro si risolve solo nel finale a favore del ligure 15-9 che terminerà la gara al secondo posto. Samuele Tincolini ha dimostrato molta padronanza di sé, anellando due vittorie nel girone; nell’assalto di diretta per entrare nei 32 ha incontrato il pisano Giovanni Leccese, allievo del maestro Di Ciolo. L’incontro è stato molto equilibrato, ma l’atleta empolese non riesce a recuperare le quattro stoccate di svantaggio e termina 15-11. Buona la prova di Gianmarco Verdiani, approdato quest’anno al Club Scherma Cambiano insieme a Tincolini e provenienti entrambi dal C.S. Laura Di Ciolo dove hanno ricevuto la loro formazione schermistica dalla maestra Valentina Landucci. Verdiani ha iniziato la gara un po’ contratto, realizzando due vittorie nel girone e posizionandosi nella parte bassa della classifica provvisoria.

Dopo aver vinto 15-14 con Stefano Memore del Pompilio Genova, ha poi affrontato il bravo Gabriele Quantinieri del CUS Siena, sesto nella classifica provvisoria. L’atleta della Cambiano ha tirato fuori grande grinta e determinazione, vincendo l’assalto 15-12. Niente da fare neppure per Matteo Brugno dello Sporting Prato che l’atleta empolese regola 15-11 per poi trovarsi di fronte ad Alex Patrone di Savona nell’incontro che l’avrebbe fatto entrare nei primi quattro. Patrone si è dimostrato la bestia nera per gli atleti della Cambiano e dopo aver battuto Samuele Bolioli, s’impone anche su Gianmarco Verdiani 15-9. Il bravo atleta della Cambiano terminerà la gara in ottava posizione, primo dei Toscani, in un podio tutto ligure. La gara è stata vinta da Daniele Sirello di Savona.

Nel pomeriggio è stata la volta del fioretto femminile con Benedetta Cristalli e Clara Mongason, al loro primo impegno stagionale dove hanno tirato insieme ad avversarie di categoria superiore. Una gara molto dura, ma che le due atlete della Cambiano hanno affrontato con serenità, tirando al meglio delle loro possibilità. 19° posto per Clara Mongason e 23° per Benedetta Cristalli.

Il giorno seguente c’è stato l’esordio dei giovanissimi Giulio Bolioli, fratello di Samuele, Guido Giovannini e Federico Gronchi. Questi ultimi due provenienti dai corsi di avviamento alla scherma organizzati dalla UISP e tenuti dalla brava Ilaria Fiorini, Istruttrice Federale. Da quest’anno alla Cambiano, i due giovani atleti hanno esordito nella loro prima gara ufficiale.

Bolioli, paga lo scotto dell’emozione e parte con una sconfitta nel girone, ma si aggiudica i quattro assalti successivi, posizionandosi al sesto posto nella classifica provvisoria. Sorte contraria, invece, per Guido Giovannini che apre subito con una vittoria, ma non riesce poi a bissare il successo negli incontri successivi del girone. Federico Gronchi è invece sceso in pedana con l’atteggiamento del grande campione: per niente intimorito dall’esordio ha tirato fuori tutto il suo repertorio, aggiudicandosi tre vittorie. Negli assalti di diretta Guido Giovannini viene fermato 10-4 da Doriano Deferro di Savona nell’incontro per entrare nei primi sedici. Giulio Bolioli, passa di diritto la prima diretta, ma deve cedere il passo 10-5 a Gioele Santoro della Pompilio Genova nell’assalto che gli avrebbe dato accesso ai primi otto. Stessa sorte per Federico Gronchi che, dopo aver battuto 10-2 Ruffo Caramanna del Laura Di Ciolo di Montelupo, si è poi dovuto arrendere per due sole stoccate (10-8) a Jacopo Rindi del Chiti Pistoia. La classifica finale vede al primo posto Cristiano Sena dell’Accademia della Scherma di Livorno che si è imposto in finale 10-5 su Leonardo Bartoletti del Chiti Pistoia. 10° piazzamento per Giulio Bolioli, 12° posto per Federico Gronchi e 21° per Guido Giovannini. Prossimo appuntamento per gli atleti del club Scherma Cambiano il prossimo fine settimana a Novara al Campionato Nazionale Cadetti (under 17 ndr).

Ufficio stampa Club Scherma Cambiano

A proposito dell'autore

Redazione

Sempre pronti a pubblicare le vostre notizie di sport. Scriveteci a redazione@valdelsasportiva.it / 3394914562

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata


*